Pubblicato il

Etruria servizi sui solleciti Tia non pervenuti agli utenti: «La colpa non è nostra»

CIVITAVECCHIA – Etruria servizi fa alcune precisazioni in merito ai solleciti di pagamento ricevuti dai cittadini con una sovrattassa. «Il processo di postalizzazione delle fatture Tia – si legge in una nota – è completamente automatizzato, pertanto non è possibile che una parte delle fatture non venga correttamente recapitata. Etruria servizi – prosegue la nota – effettua controlli minuziosi sull’invio dell’esatto numero di fatture e sulla correttezza degli importi e l’eventuale mancata ricezione delle fatture da parte degli utenti, pertanto, può dipendere esclusivamente da disservizi postali. Avvenendo la spedizione in posta ordinaria – prosegue la municipalizzata – Etruria servizi come chiunque altro non ha alcun modo di sapere quali fatture siano non recapitate e quali non pagate». Morale della favola, la Spa non ha nessuna colpa. Come d’altronde non ce l’hanno le Poste, il postino e così via. La colpa, stranio a dirsi, è del cittadino, abituato a pagare sempre e comunque senza fiatare.  

ULTIME NEWS