Pubblicato il

Fabio Bordi nominato presidente del Consiglio dell'Università Agraria

TARQUINIA – È Fabio Bordi il nuovo presidente del Consiglio dell’Università Agraria di Tarquinia. Fumata bianca per il giovane esponente del PD eletto con 14 voti su 21 quindi con quei 2/3 dei consiglieri che non si erano manifestati in prima convocazione. Il consigliere più votato alle ultime elezioni succede a Daniele Ricci. Toccherà a lui gestire le sedute del consiglio di amministrazione per questa consigliatura. Una elezione scontata che richiedeva un quorum obbligatorio a 12 voti abbondantemente superato. Consiglio anomalo celebrato presso la sala consigliare del Comune di Tarquinia. La nomina a consigliere del giovane Marco Gentili ha messo in luce le barriere architettoniche di palazzo Vipereschi con il necessario spostamento presso il Comune. La prima parte del consiglio ha infatti aperto il dibattito sulle barriere architettoniche con spunti importanti dati proprio dal giovane Marco Gentili nel suo primo intervento, con imprgni unanimi e strategia condivisa, tra minoranza e maggioranza. Richiesti incontri con Regione e Provincia per reperire le risorse utili alla realizzazione delle necessarie opere, in cui maggioranza e minoranza si muoveranno insieme per quello che è stato definito da tutti un interesse di primaria importanza. Oltre a Marco Gentili diviene consigliere anche Daniele Ricci, uomo di provata esperienza. Ricci e Gentili sono subentrati ai due nominati assessori del Partito Democratico Bonelli e Boni. Dibattito aperto sulla nomina di Bordi con proposta della minoranza per Elisa Valeri che garbatamente ha declinato la nomina. Bordi ha raccolto i 13 voti della maggioranza e un consenso ulteriore sui banchi della minoranza. “Ringrazio tutti i consiglieri – ha commentato Bordi – il mio impegno sarà quello di essere imparziale e al disopra delle parti, favorendo il dialogo tra maggioranza e minoranza. Un impegno che sento come di fondamentale importanza per la vita dell’ente. Nei consigli che ho presieduto sinora ho riscontrato un clima sereno e costruttivo che va difeso e mantenuto. Ringrazio per la fiducia concessa anche il Partito Democratico che ha deciso di investire sui giovani coinvolgendoli, come è capitato nel mio caso, nella vita amministrativa. Avrò bisogno dell’aiuto di tutti, sono pronto alla sfida e sono sicuro che non deluderò le aspettative e gli impegni presi”.

ULTIME NEWS