Pubblicato il

Fabiola Talenti: &quot;Variante al Prg, perch&eacute; in aula non c'erano i progettisti?&quot;<br />

MONTALTO DI CASTRO – Consiglio Comunale infuocato quello di ieri sera a Montalto di Castro, con sei punti all’ordine del giorno, tra i quali l’esame delle ben 55 osservazioni relative alla revisione e all’aggiornamento della variante generale al Piano Regolatore Generale. L’atteggiamento tenuto dalla maggioranza di centro-sinistra è stato fortemente criticato in maniera compatta da tutti i consiglieri comunali dell’opposizione. “Questa revisione in atto del PRG -sostiene il consigliere Fabiola Talenti- è stata effettuata per garantire un recepimento delle attuali normative, affinché il vecchio piano del 1997, mai valutato dalla Regione perché carente sul piano normativo e attuativo, potesse essere finalmente approvato in sede regionale. Ma, visto l’atteggiamento di questa maggioranza, si rischia di non vedere raggiunto questo obiettivo, a tutto danno dei cittadini che attendono inutilmente da troppi anni. I tecnici incaricati di redigere il piano non erano in aula – prosegue Fabiola Talenti del Pdl – e non sono mai stati presenti alle riunioni che in questi ultimi mesi abbiamo fatto per controllare e cercare di apportare modifiche e migliorie al provvedimento. Le uniche spiegazioni, se si possono chiamare così, le abbiamo avute dall’assessore preposto. In questi mesi, siamo stati vicini ai privati cittadini, cercando di far accogliere quelle richieste di correzione che erano oggettivamente accoglibili perché andavano a sanare varie situazioni. Sulla mancanza dei tecnici in aula -rimarca la Talenti- vorremmo capire se non sono voluti venire loro o se c’è un dissenso con l’amministrazione comunale che li ha incaricati, riguardo alle varianti che vanno a favore dei grandi gruppi edilizi. Tanto è vero che nelle note che questi tecnici hanno consegnato all’amministrazione in carica, e che noi abbiamo avuto solo dopo l’ultima commissione consigliare e solo grazie a una tenace battaglia, i tecnici incaricati indicano come non accoglibili molti dei punti anche da noi criticati. Le preziose indicazioni dei tecnici incaricati di redigere il piano, non sono state accolte dalla maggioranza. Questo provvedimento ha molti lati oscuri, in quanto alcune decisioni sono in forte contrasto con i regolamenti regionali vigenti. Due professionisti locali, gli architetti Pasqualini e Vicari, hanno presentato delle articolate osservazioni e evidenziato delle incredibili anomalie. Spiccano alcune aree che nel piano sono state indicate con altre destinazioni urbanistiche rispetto a quelle originarie. L’assessore comunale, posto di fronte a questa realtà, è stato costretto ad apportare delle correzioni e ha definito le macroscopiche sviste come dei semplici errori di campitura. La Regione Lazio sarà bene che effettui dei controlli approfonditi -conclude la Talenti- a tutela di una doverosa equità verso tutti i cittadini per garantire un giusto sviluppo del territorio”.

ULTIME NEWS