Pubblicato il

Fiumicino, inaugurata l'Università Popolare

FIUMICINO – L’Università Popolare Portus parte in grande stile. Con 235 corsi e 95 docenti, quasi tutti del territorio, è pronta a dare il suo contributo alla crescita sociale e culturale di Fiumicino, e non solo. Nell’ambito di una conferenza stampa, tenutasi questa mattina a Villa Guglielmi, a cui hanno preso parte i responsabili dell’associazione e gli assessori comunali Gino Percoco e Giancarlo Petrarca, è stato presentato ufficialmente il progetto formativo alla base dell’Università, che si presenta fortemente innovativo e che avrà ricadute dirette sul territorio fiumicinese. Con l’occasione è stato illustrato il programma della festa di apertura, che si terrà venerdì 24 settembre, con inizio alle ore 19.00 nella bella cornice di Villa Gugliemi, a cui è caldamente invitata tutta la popolazione locale. L’Assessore alla Cultura del Comune di Fiumicino Gino Percoco ha espresso parole di ringraziamento ai promotori dell’iniziativa dell’Università Popolare: “Fiumicino sta crescendo sotto tutti gli aspetti sia demografici che di sviluppo abitativo e di iniziative come questa ne abbiamo veramente bisogno. Da quando mi è stata proposto ho sposato immediatamente il progetto culturale, dedicato a tutte le fasce d’età, impegnandomi a stargli vicino.” Anche l’Assessore alla Vigilanza Urbana e Innovazione Tecnologica Giancarlo Petrarca ha ringraziato i promotori dell’idea considerandola una opportunità in più di aggregazione e di condivisione di attenzioni comuni volta al coinvolgimento di tutti gli interessati verso un programma formativo ed educativo di rilievo, che si avvale anche della collaborazione fattiva degli istituti scolastici territoriali. «Il progetto di Portus – ha affermato in apertura il presidente Franco Fatigati – è nato con l’intento di fornire al territorio fiumicinese un vero e proprio motore culturale non indifferente, creando occasioni e opportunità di crescita, anche umana e sociale, a tutta la popolazione locale, dai giovani agli adulti, fino agli anziani, in modo aperto e trasversale. Il modello dell’Università popolare, che già tanto successo ha riscontrato in altri territori, è fortemente innovativo e ha l’ambizione di diventare un magnete attuatore di raccolta e di raccordo delle energie locali, in una rete di cooperazione e di collaborazione, volta alla promozione della cultura». Dal canto suo, il vicepresidente e responsabile della didattica Alessio Consoli, ha illustrato alcuni dati significativi, che mettono in luce il grande ventaglio di offerte ed opportunità che Portus è in grado di fornire alla cittadinanza: «Dopo un intenso lavoro di selezione del corpo docente, che si è sviluppato a partire da giugno, siamo riusciti a selezionare 95 docenti, prevalentemente fiumicinesi, che ci permetteranno di aprire l’anno accademico, l’8 novembre, con ben 235 corsi, tutti di alta qualità. Si va da profili artistici a quelli più psicologici, dal diritto e l’economia alla comunicazione, dall’informatica alle lingue, fino alla cucina. Importantissima la rete che si è instaurata con gli altri agenti culturali del territorio, a partire dalle scuole che, grazie alla preziosa disponibilità dei dirigenti scolastici, ci permetteranno di usufruire delle loro aule e dei loro spazi». Giuseppe Teano, invece, responsabile artistico dell’Università, ha illustrato a grandi linee la serata di venerdì che, grazie al lavoro di rete che si è creato, si preannuncia ricca di iniziative: «La festa è stata pensata come un contenitore per tutta la cittadinanza, dai più piccoli ai più grandi, senza distinzioni. Sarà un mix tra musica, danza e teatro, con momenti ludici e gastronomici ». Durante la serata, che avrà inizio alle ore 19, si esibiranno i gruppi musicali di Fiumicino i Macchivemanna e di Napoli Cubeloose, alternati da due spazi di teatro brillante, il primo interpretato da Luisa Iacurti, il secondo dalla compagnia Sulle ali del teatro, con una piece di Eduardo. Ancora si alterneranno il gruppo di danze popolari Il cerchio dell’Amicizia e il cantante di classici partenopei Francesco Cuomo. Presenterà Giuseppe Teano.

ULTIME NEWS