Pubblicato il

Fiumicino, valigie piene di droga: interrogati due poliziotti e due finanzieri 

FIUMICINO – Giallo a Fiumicino. Alcuni appartenenti alla forze dell’ordine sarebbero stati interrogati nell’ambito di un’indagine su un traffico di stupefacenti. Due agenti di polizia e due militari della guardia di finanza, in servizio all’aeroporto di Fiumicino sono stati interrogati dal pm di Civitavecchia Edmondo De Gregorio. Al centro dell’inchiesta ci sarebbero due valigie contenenti presumibilmente della droga che i quattro avrebbero prelevato ieri dopo essere arrivati in auto sottobordo ad un aereo proveniente dall’Ecuador. Nel frattempo si era recata sull’aereo anche una pattuglia della Guardia di Finanza per effettuare un controllo delle valigie ancora in stiva, essendo l’area di provenienza dell’aereo considerata una “tratta a rischio” per i traffici di droga. I finanzieri sarebbero stati avvisati dall’addetto di rampa che quattro uomini avevano recuperato due valigie, all’interno delle quali – secondo quanto avevano riferito i due poliziotti e il finanziere all’addetto aeroportuale – ci sarebbero state “solo delle mazze da golf appartenenti a un magistrato”. Così sono partiti immediati i controlli sulle quattro persone che a bordo di una pattuglia della Polaria in precedenza avevano preso le valigie. Dopo averli individuati sono scattate le perquisizioni e gli interrogatori. L’indagine è affidata alla procura di Civitavecchia, alla Polaria e al Gruppo Aeroporti della Guardia di Finanza. Delle valigie al momento non è stata trovata traccia. Durante le perquisizioni nell’abitazione della compagna di uno dei quattro, un’impiegata aeroportuale, gli investigatori avrebbero rinvenuto denaro, circa 70 mila euro in contanti. Nel corso di un’altra perquisizione sono stati trovati altri 20 mila euro.

ULTIME NEWS