Pubblicato il

Forum Italia: l’incuria della città passa anche per l’inciviltà di certi suoi abitanti

CIVITAVECCHIA – “Spesso si senti dire che la nostra città è allo sbando. Che non si fanno lavori, che le strade sono un colabrodo, che i monumenti sono trascurati. Tutto vero. Ma questo luogo comune, tanto comune da essere drammaticamente reale, fa il paio anche con la nuda e cruda, e nemmeno poca, inciviltà di molti suoi abitanti. E sì perché se è vero che spesso e volentieri puntiamo il dito contro chi amministra la cosa pubblica, è pur vero che chi si lamenta, ovviamente senza fare di tuta un erba un fascio, troppo e sempre più spesso è colui che provoca danni alla città. E’ inutile e stupido negarlo. Facciamo un esempio banale: se camminate per viale Garibaldi fate caso al monumento all’eroe dei due mondi e noterete che l’illuminazione che fino a poco tempo fa rendeva visibile il busto anche di notte oggi non esiste più.
Ovviamente perché qualche grande intelligentone ha pensato bene che fosse un atto “figo” prendere a calci una lampada.
Provate poi a passare in Corso Centocelle, noterete che di fronte la caserma della Guardia di Finanza i marciapiedi son in condizioni, chiamiamole pessime. Colpa delle auto di servizio della GdF? Probabilmente sì. Certo capiamo che il lavoro che svolgono i militi è di grande importanza, ci mancherebbe. Ma è pur vero ch ei marciapiedi costano e vengono pagati con i soldi pubblici cioè dei cittadini. Non sarebbe il caso di fare maggiore attenzione? E che dire degli spazi preposti alle auto di servizio utilizzati per il parcheggio delle autovetture private? O sono tutte auto civetta? Vogliamo sperarlo perché altrimenti ci sarebbe un abuso bello e buono.

Che dire poi dell’isola pedonale di piazza Fratti, comunemente chiamata dai civitavecchiesi Ghetto, utilizzato quale parcheggio di autovetture private? Non è certo una buona cosa. C’è da pensare se il caso è venuto a galla solo dopo le rimostranze dei cittadini e di qualche giornale. Ma non siamo tutti uguali di fronte la Legge? E che dire di quegli agenti di polizia municipale che stavano provvedendo alla rimozione forzata dei mezzi posteggiati, con non pochi problemi, che sono stati oggetto di rimostranze non sempre gentili.

E che dire dei grafomani che sfogano la loro rabbia, per una città che nulla offre ai giovani, imbrattando muri con scritte a dir poco insulse? E che dire dell’immondizia che ci circonda?
Si potrebbe continuare all’infinito ma la cosa lampante è che in questa città, come in molte altre del resto, manca il rispetto da parte dei cittadini di ciò che è il bene comune, collettivo, di tutti noi. Quello che paghiamo di tasca nostra con le tasse che versiamo ogni anno, ogni mese.
Per questo riteniamo che prima di riqualificare la città bisognerebbe rieducare i cittadini al rispetto delle legalità e al rispetto delle regole. Come? Innanzi tutto si deve partire dalla scuola e dall’insegnamento dell’educazione civica: poi dalla famiglia nucleo fondamentale e fondate di ogni società sana, poi dalle amministrazioni ed infine dalla Polizia Municipale che invitiamo ad un maggiore controllo della città e alla salvaguardia dei beni altrui.
Per questo invitiamo la amministrazione Comunale a dotare i vigili urbani di strumenti idonei per far rispettare le norme e, nel caso, all’aumento del personale che risulta essere carente anche in virtù del fatto che molti assunti sono stati trasferiti ad altro incarico negli Uffici Comunali.

Forum Italia Civitavecchia

ULTIME NEWS