Pubblicato il

Francesco Fanuele scaricato dall’Udc

Lontana la nomina del Difensore civico con l’opposizione che ha preferito Sergio Moretti Solo tredici preferenze per l’avvocato, Bergodi e Cerrone si sono astenuti

Lontana la nomina del Difensore civico con l’opposizione che ha preferito Sergio Moretti Solo tredici preferenze per l’avvocato, Bergodi e Cerrone si sono astenuti

   di FABIO MARUCCI

CIVITAVECCHIA – L’opposizione rinuncia, la maggioranza si sfalda, emerge un franco tiratore e Francesco Fanuele perde l’ennesima occasione per essere eletto Difensore civico. E’ la cronaca della seduta di ieri del consiglio comunale, quella che radio Pincio nei giorni scorsi ha descritto come ‘‘il rush finale per definire un ruolo atteso da due anni’’ e che invece ha garantito l’ennesimo nulla di fatto. Dopo un’ora dedicate alla discussione delle interrogazioni presentate, il presidente della massima assise cittadina, Franco Cappellani, ha predisposto il seggio, con un’urna raggiunta solo da ventuno consiglieri. Un numero che sarebbe stato sufficiente per eleggere il Difensore civico, salvo prevedibili defezioni che ovviamente non sono mancate. Emblematica la posizione dell’Udc: al momento di votare, Gianfranco Bergodi ha lasciato l’aula Pucci, mentre Mirko Cerrone si è astenuto, lasciando i banchi e preferendo assistere allo spoglio da lontano. Eppure l’avvocato Fanuele, salvo sfumature tenute abilmente occultate, sarebbe espressione proprio del partito di Messina, seppure nei mesi scorsi avrebbe deciso di non rinnovare la tessera per esigenze personali. «Sono spiazzato e deluso da questo comportamento che francamente non capisco – ha dichiarato il legale – non ho mai rinnegato la mia militanza nell’Udc e ancora prima nei Popolari-Patto Segni, all’epoca del Terzo polo». Dallo spoglio è emersa una scheda bianca, con Francesco Fanuele che ha incassato solo 13 voti e l’opposizione che in maniera compatta questa volta ha regalato 7 voti (quelli di tutti presenti) a Sergio Moretti. Poca consistenza anche per ciò che riguarda il tema dei rifiuti, introdotto da Mauro Guerrini FRANCESCO(Pd) che ha domandato spiegazioni circa la situazione locale. L’assessore competente, Mauro Nunzi, si è limitato a comunicare alcune cifre e parlando della raccolta differenziata del 2008 rapportata ai dati dell’anno precedente, ha riferito di un incremento pari al 2,42%. Respinta la mozione presentata dall’opposizione e illustrata da Marco Piendibene, con la quale è stata chiesta al Sindaco Moscherini la possibilità per i membri di minoranza di accedere ai mezzi di comunicazione, partecipando a confronti politici in Tv a spese dell’amministrazione comunale. Immediata la replica del vicesindaco Gino Vinaccia: «Questo non è possibile – ha dichiarato – una cosa è il dibattito politico, un’altra la comunicazione istituzionale che spetta a chi governa».

ULTIME NEWS