Pubblicato il

Frantoio: migliora la qualità dell’olio

Allumiere. Comune e Agraria gongolano per i brillanti risultati ottenuti dall’impianto in funzione da 4 anni Cresce il numero dei clienti provenienti da tutto il comprensorio

Allumiere. Comune e Agraria gongolano per i brillanti risultati ottenuti dall’impianto in funzione da 4 anni Cresce il numero dei clienti provenienti da tutto il comprensorio

di ROMINA MOSCONI

ALLUMIERE – Il frantoio di Allumiere incrementa sempre di più la lavorazione e migliora la qualità dell’olio. Da oggi infatti parte per il quarto anno l’attività di frangitura delle olive e della realizzazione dell’olio e l’Agraria e il Comune gongolano per i brillanti risultati ottenuti finora. Il frantoio, di proprietà del Comune di Allumiere e dato in gestione alla locale Università Agraria, opera a pieno regime e pian piano sta aumentando il numero di ‘’clienti’’ che lo preferiscono agli altri impianti di lavorazione del comprensorio. Lavorazione delle olive altrui ma anche volontà di realizzare un olio locale genuino e di qualità. A tal proposito,infatti, dal 2006 ad oggi sono state impiantate sul territorio di Allumiere circa 5000 piante di olivo e, insieme agli olivicoltori è stata operata la ‘’potatura razionale’’ delle piante, eseguita da potatori esperti, che ne ha migliorato le condizioni produttive e qualitative: questo, insieme alla lavorazione immediata nel frantoio, ha consentito di ottenere un olio extra-vergine di qualità superiore. Nel 2006 sono stati moliti 800 quintali di olive; nell’anno successivo 850 e nel 2008, dopo che l’impianto ha subito il potenziamento, raddoppiando la produttività da 4 a 8 quintali l’ora, ne sono stati lavorati circa 2.000 quintali». Qualche mese fa poi Boggi, a nome degli olivicoltori locali richiese all’Agraria i cilindri per la defogliazione e le casse per il deposito delle olive e il presidente Frezza e il suo staff hanno prontamente risposto a queste richieste. «Oltre al dipendente fisso dell’Agraria che si occupa del frantoio ogni stagione assumiamo 4 persone in più – spiega il vice presidente dell’Agraria, Antonio Pasquini – gli obiettivi nostri sono sempre gli stessi: migliorare il prodotto finito e offrire sempre più un servizio eccellente agli utenti. Tra l’altro i nostri prezzi sono inferiori al resto del comprensorio e quindi il rapporto qualità prezzo non ha eguali. Infine devo ricordare che nel nostro impianto vengono spesso in visita didattica le classi delle scuole del comprensorio”.

ULTIME NEWS