Pubblicato il

Frasca, anche Gabriella Rossi scrive all'Arsial

CIVITAVECCHIA – L’esponente di Ambiente e Lavoro Gabriella Rossi ha inviato una lettera al commissario dell’Arsial ricordando come già nel 2005 avevano espresso perplessità sul problema della pineta della Frasca e della sua riqualificazione, sottolineando che le delibere di approvazione dei Patti Territoriali, relative a questa area, erano illegittime poiché approvavano un progetto presentato dalla Cooperativa Campeggiatori, non titolato in quanto non proprietario. “Dall’esame degli atti – ha spiegato Rossi – avevamo rilevato che la Regione Lazio aveva approvato il progetto sulla base di vari pareri ma mancava il parere del soggetto proprietario dell’area cioè l’Arsial”. In quella riunione il commissario avrebbe proposto la revoca di quei provvedimenti. “L’acquisto dell’area da parte della cooperativa – ha aggiunto – ci preoccupa per la compatibilità dell’intervento proposto dalla cooperativa campeggiatori con le prescrizioni di recupero imposte dal Ministero dell’Ambiente e per il rischio che gli originari proprietari dell’area, gli eredi del marchese Guglielmi, possano ricorrere nuovamente in quanto viene a mancare la “pubblica utilità” dell’area. Speriamo che si possa presto rimediare e consentire il passaggio gratuito all’Amministrazione comunale solo dopo che l’Autorità portuale avrà realizzato le opere di riqualificazione in quanto prescrizioni di Decreti Via che hanno interessato lo scalo portuale”.

ULTIME NEWS