Pubblicato il

Frascarelli: «Il Pirgo è rinato, il Pd strumentalizza»

L’assessore al Verde pubblico risponde alle critiche mosse dall’opposizione sul degrado della spiaggia. «È una zona vitale per il turismo, attendo con ansia la mozione per spiegare pubblicamente il mio operato e la mia materia». Immediata la replica di Marietta Tidei: «Come ha fatto a non vedere la sporcizia documentata da la Provincia»

L’assessore al Verde pubblico risponde alle critiche mosse dall’opposizione sul degrado della spiaggia. «È una zona vitale per il turismo, attendo con ansia la mozione per spiegare pubblicamente il mio operato e la mia materia». Immediata la replica di Marietta Tidei: «Come ha fatto a non vedere la sporcizia documentata da la Provincia»

DEGRADOCIVITAVECCHIA – «Dal sopralluogo fatto capisco che il Pd continua a fare strumentalizzazioni». Queste le parole dell’assessore al Verde pubblico Giancarlo Frascarelli in risposta alle critiche di un consigliere del Pd sulla situazione generale del Pirgo, a seguito di un sopralluogo sul posto fatto in mattinata con alcuni tecnici. «Durante l’estate la zona del Pirgo rappresenta un fiore all’occhiello della nostra città quanto a decoro, pulizia ed accoglienza turistica – aggiunge – numerosi locali, una spiaggia ormai rinnovata e pulita, grazie anche all’operato dell’assessore al Mare Andrea Pierfederici che ha effettuato tanti interventi sull’arenile, sono realtà che parlano di efficienza nel buon mantenimento della cosa pubblica». Frascarelli entra dunque nel merito delle critiche avanzate. «Ribadisco – sostiene l’assessore al Verde – che la cura delle palme non è competenza del mio assessorato. Tuttavia, vorrei ricordare al consigliere del Pd, e ai cittadini, che stiamo mettendo mano alla riqualificazione delle periferie come mai fatto dalle precedenti amministrazioni. Come assessorato abbiamo stanziato 250 mila euro, già pronti per essere utilizzati, al fine di abbellire le strade con arredi urbani degni di una città europea. Il Pirgo rientra in questo piano. Quindi – continua Frascarelli – ricorderei al consigliere dell’opposizione il proverbio “primum vivere, deinde philosophari”, in quanto vedo con stupore che continua ad ascoltare rumors inesistenti. Il Pirgo è una zona vitale per il turismo e per la ricettività dei numerosi giovani che, anche dal comprensorio, si riversano sul nostro litorale». Immediata la replica di Marietta Tidei, già intervenuta sulla vicenda: «Evidentemente l’assessore viva in un’altra città perché probabilmente sta parlando di un altro lungomare. Visto che è stato così solerte a fare il sopralluogo come ha fatto a non vedere la sporcizia della spiaggia, fotografata nei giorni scorsi anche da La Provincia – dichiara – o i pali e le panchine rotti e arrugginiti? O le aiuole, una tra le sue pochissime competenze assessorili, completamente incolte? Non capisco poi perché tra i tanti assessori chiamati in causa – prosegue il consigliereGIANCARLO comunale del Pd – mi abbia risposto proprio lui che di tutte le questioni poste nel mio intervento dovrebbe occuparsi solo delle aiuole vista, l’inconsistenza assoluta delle deleghe a lui assegnate dal Sindaco. Dovrebbe infatti farci capire a che cosa serve un Assessorato al Verde se non si occupa neanche di queste cose. Di certo non a trovare soluzioni migliorative – conclude – per quel poco di verde che c’è in città, visto che non sono neanche riusciti a mandare a gara i punti di ristoro presenti nei parchi cittadini in modo da rendere più fruibili quegli spazi».

ULTIME NEWS