Pubblicato il

GdF, sequestrati oltre 20 mila ricci di mare

CIVITAVECCHIA – Quattro persone fermate e multate e oltre 20 mila ricci di mare sequestrati e rigettati tra le acque: è questo il bilancio dell’operazione condotta dalla sezione navale della Guardia di Finanza e scattata all’alba di questa mattina, attorno alle 2. Ancora una volta il litorale di Civitavecchia nelle mire dei cosiddetti “predoni del mare”, giunti con automezzi, in forza dalla Puglia per tentare di distruggere l’ecosistema marino locale. Una vera e propria strage di ricci bloccata dai militari della GdF che hanno sanzionato i quattro pugliesi e rigettato in mare i ricci. “Si tratta – spiegano dal comando – dell’ennesimo duro colpo inferto alla raccolta illegale e al commercio illecito di echinodermi, molto preziosi e gustosi per il palato di molti clienti dei ristoranti di lusso laziali, pugliesi e di altre parti d’Italia. Non bisogna dimenticare che che l’indiscriminata raccolta di ricci può causare anche la sospensione della licenza per quei ristoranti che commercializzano detti prodotti ittici”.

ULTIME NEWS