Pubblicato il

Giallo di Sant'Agostino: sequestrata la bottiglia rinvenuta a Montalto

TARQUINIA – Potrebbe essere una bottiglia la chiave di volta del giallo di Sant’Agostino. Una bottiglia in vetro verde, contenente 5 euro con una scritta in lingua straniera, forse spagnola o forse romena, è stata infatti sequestrata stamattina dai Carabinieri del Nucleo investigativo provinciale di Viterbo alla redazione di Tusciamedia di Montalto di Castro. La bottiglia è stata ritrovata venerdì, 15 ottobre, il giorno dopo il ritrovamento del cadavere di Gabriel Farcas nella macchia di Sant’Agostinio. A ritrovarla, sulla spiaggia di Montalto di Castro, a pochi metri della centrale Enel, è stato un montaltese che l’ha poi consegnata ai giornalisti. La bottiglia, in un primo momento è stata interpretata come l’ennesimo messaggio arrivato dal mare, forse un messaggio d’amore si era pensato, ma il fatto ha però destato l’attenzione degli inquirenti che evidentemente hanno ravvisato un possibile nesso con la morte del metalmeccanico romeno (SEGUE)

ULTIME NEWS