Pubblicato il

Giallo sulla morte di Lorenzon

Il giovane è stato trovato seminudo e segnato da numerose contusioni Solo l’autopsia potrà chiarire se è stato aggredito e poi gettato nel canale

Il giovane è stato trovato seminudo e segnato da numerose contusioni Solo l’autopsia potrà chiarire se è stato aggredito e poi gettato nel canale

S. MARINELLA -È stato ritrovato con evidenti contusioni in tutto il corpo, peraltro seminudo, il giovane 35enne, Fabio Lorenzon rinvenuto venerdì pomeriggio dentro la sua Golf completamente immersa nelle acque del canale di Maccarese, in via dei Collettori. Uno scenario che fa pensare a dure percosse prima di essere lasciato morire nel canale. Soltanto i risultati dell’autopsia effettuata dall’Istituto di medicina legale del Policlinico Umberto I potranno chiarire il giallo sul quale indagano i carabinieri di ostia e Civitavecchia. Lorenzon, sparito il 24 settembre scorso, lavorava in una pescheria di S. Marinella ed era ricercato da molti suoi concittadini, alcuni dei quali avevano creato anche un gruppo su Facebook finalizzato alla sua ricerca. L’uomo aveva avuto l’ultimo contatto con la fidanzata alle 11,30, nel giorno della sua scomparsa. Alle 13,30 avrebbe dovuto presentarsi sul luogo di lavoro, ma non c’è mai arrivato. Lorenzon, da qualche anno si era trasferito a Marina di S. Nicola dove conviveva con la compagna. È stato ritrovato morto a pochi passi dalla sua abitazione d’origine. A segnalare per primo la presenza dell’uomo nel canale sarebbe stato un avventore che andava a funghi. L’acqua del canale è alta più di due metri e se il portellone del portabagagli non fosse rimasto aperto e affiorante in superficie, nessuno avrebbe mai scoperto l’auto e il suo carico di morte. I santamarinellesi descrivono Lorenzon come una brava persona.

ULTIME NEWS