Pubblicato il

Gli Ufo di Tarquinia saranno illustrati a Trieste da Alessandro Sacripanti al prossimo Convegno di Trieste, e presto sarà in uscita un altro suo libro sull’argomento

Presto sarà in uscita un altro libro sull’argomento

Presto sarà in uscita un altro libro sull’argomento

TARQUINIA – Ufo, avvistamenti e segnalazioni dei fenomeni che si sono verificati a Tarquinia negli ultimi anni saranno illustrati da Alessandro Sacripanti, consigliere nazionale del C.U.N. Centro Ufologico Nazionale al prossimo Convegno di ufologia che si terrà il 17 e 18 settembre prossimo a Trieste. Quest’anno è gia la seconda volta che la città del vento, nota per essere la culla dell’astronomia e della scienza ufficiale, ospita un evento ufologico, e di nuovo Sacripanti sarà presente come relatore per illustrare gli avvistamenti e i filmati degli Ufo che si sono registrati sul litorale e nella Tuscia. Sacripanti tra l’altro riferisce che al Convegno di Trieste, dopo aver esposto e messo in evidenza i dati e le elaborazioni grafiche sulle segnalazioni, ripeterà con alcune integrazioni il suo intervento gia esposto al 17° Simposio Mondiale sugli oggetti volanti non identificati, che si è svolto nella Repubblica di S.Marino, dal titolo ‘Ufo, Aeronautica e implicazioni politiche’. Un argomento complesso e ricco di informazioni e su questo Sacripanti riferisce –“ Pochi lo sanno ma la nostra Aeronautica si occupa di seguire il fenomeno degli Ufo dal lontano 1978, quando l’allora presidente del Consiglio Giulio Andreotti, sulla scia della grande ondata di avvistamenti che colpì il nostro paese, decise che queste intrusioni aeree sconosciute andavano verificate. E anche dal punto di vista della politica – continua Sacripanti – in Italia sono registrate ben 13 interrogazioni parlamentari sul fenomeno Ufo, tra cui due riferite alla vicenda che nel 1997 coinvolse il bosco della Roccaccia a Tarquinia, dove furono trovati e abbattuti 95 alberi di alto fusto, con evidenti tracce di combustione, probabilmente da attribuirsi ad un impatto dal cielo di qualche energia non meglio definita. Anche a livello europeo due nostri parlamentari in passato hanno messo in evidenza il problema che questo fenomeno debba essere studiato con serietà e accortezza. Oggi degli Ufo se ne occupano anche i Carabinieri, come spesso accade se vengono chiamati in causa per accertamenti o indagini specifiche. Dobbiamo stare attenti – prosegue Sacripanti – a tutte le false segnalazioni o mitomani che vedono Ufo dappertutto, che di fatto mettono in dubbio la serietà di chi come noi studia scientificamente il fenomeno. Il Cun Centro Ufologico Nazionale esiste dal 1966 ed è l’organismo di ricerca sugli Ufo più antico in Italia e uno tra i cinque più antichi al mondo, e questo sicuramente è un dato che non può, non essere considerato”. Oggi Alessandro Sacripanti, dopo aver pubblicato nel 2007 il suo primo libro ‘Ufo il fenomeno degli oggetti volanti’ edito dalla Phasar di Firenze, si accinge a pubblicare come coautore insieme ad altri ricercatori il sesto volume della collana ‘Ufo in Italia’ che sarà disponibile il prossimo anno, un antologia storica che fino ad oggi raccoglie gli avvistamenti che dal 1954 hanno fatto la storia del fenomeno in Italia. E dal canto suo Alessandro Sacripanti, dopo l’imminente Convegno di Trieste del prossimo 17 e 18 settembre, metterà tutta la documentazione raccolta su Ufo. Aeronautica e politica all’interno di una piccola pubblicazione, dove tra cui ci sarà anche l’intervista fatta al senatore a vita Giulio Andreotti e quella a Mons. Corrado Balducci teologo del Vaticano che è intervenuto nel 2007 all’annuale Convegno di Ufologia a Tarquinia.

ULTIME NEWS