Pubblicato il

I bambini di Tarquinia alla scoperta della Roccaccia

TARQUINIA – I bambini a spasso per il bosco, tra fate, elfi, uomini uccello. questa la straordinaria giornata che ha visto protagonisti gli alunni della scuola per l’infanzia e alcune classi delle elementari presso il centro aziendale dell’Università Agraria. La Roccaccia cornice ideale per attività didattico ricreative dedicate ai bambini, con il sostegno di personale qualificato dell’Associazione Con-Tatto Natura, della LASA e medici veterinari. Il percorso natura Lucignolo, nato sotto la spinta dell’amministrazione del Presidente Antonelli, è stato perfetto scenario per la passeggiata dei bambini nel bosco, natura vera e incontaminata, pannelli esplicativi, un orto didattico, e tante sorprese tra cui attori in costume nel ruolo di fate, elfi e uomini uccello impegnati a comunicare a ragazzi delle scuole l’importanza del rispetto per l’ambiente. Allestita anche una vera e propria fattoria didattica, dove i bambini accompagnati dalla Dottoressa Silvia Boni, medico veterinario, hanno avuto modo di comprendere la differenze tra le diverse razze equine e bovine, partendo naturalmente da quella maremmana, straordinario l’entusiasmo dei bambini davanti ai puledri e agli asinelli che hanno potuto avvicinare e toccare con mano. La giornata è poi continuata tra giochi e attività, in collaborazione con la LASA, i piccoli ospiti hanno potuto provare l’emozione di salire in sella ai cavalli e sperimentato il tiro con l’arco. Pranzo in azienda a base di hamburger maremmano, e altre leccornie, subito dopo dimostrazione di lavoro in piano a cavallo compiuta dai butteri dell’Università Agraria di Tarquinia. “Senza le strutture realizzate in questi cinque anni – commenta il Presidente Alessandro Antonelli – non sarebbe stato possibile regalare giornate così ai nostri bambini, un campo gara sicuro e imponente, le strutture per l’expo degli animali, il percorso Lucignolo, un parco giochi per bambini, questo ciò che lasciamo con orgoglio. Senza il rapporto con le associazioni locali e la loro professionalità non avremmo mai potuto trasformare idee in realtà. Vedere i volti felici dei bambini davanti alla natura è stata una gioia grandissima una soddisfazione che ripaga i nostri sforzi”.

ULTIME NEWS