Pubblicato il

I bambini riscoprono l'amore per l'ambiente

Nuovo progetto della Pro Loco, finanziato dalla Fondazione Ca.Ri.Civ. Coinvolti circa 1000 alunni delle scuole elementari e medie cittadine, impegnati nella valorizzazione e pulizia di Pirgo, Marina e Frasca

Nuovo progetto della Pro Loco, finanziato dalla Fondazione Ca.Ri.Civ. Coinvolti circa 1000 alunni delle scuole elementari e medie cittadine, impegnati nella valorizzazione e pulizia di Pirgo, Marina e Frasca

CIVITAVECCHIA – Un maggiore senso civico, passando per la tutela della costa civitavecchiese. Parte da qui il nuovo progetto finanziato dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Civitavecchia e promosso dalla Pro Loco, in collaborazione con la sezione locale dell’associazione Italia Nostra, mirato appunto al rispetto dell’ambiente. “Impariamo a rispettare l’ambiente”, questo il titolo dell’iniziativa pronta a partire mercoledì mattina, terrà impegnati per tre settimane circa 1000 alunni delle scuole elementari e medie cittadine, coinvolti nella scoperta e nella pulizia di tre angoli della città: la Frasca, la Marine e il Pirgo. “Abbiamo accolto con soddisfazione ed entusiasmo questo progetto – hanno spiegato il presidente della Fondazione Ca.Ri.Civ. Vincenzo Cacciaglia e il segretario generale dell’Ente Adriano Sansonetti – perché attraverso iniziative di forte valenza civica come questa si possono anche prevenire comportamenti sbagliati e devianti come può essere anche il bullismo. Educando poi i bambini, si può veicolare il rispetto dell’ambiente anche ai genitori, contribuendo a migliorare il nostro territorio”. È infatti questo uno degli obiettivi principali dell’iniziativa, come sottolineato anche dal presidente della Pro Loco Fabrizio Delogu: quello di far nascere e far sviluppare un sentire comune che parte proprio dai bambini, in grado di coinvolgere i proprio genitori in comportamenti orientati al rispetto dell’ambiente. “In queste tre settimane – ha aggiunto – ci soffermeremo nei tre luoghi che abbiamo scelto. Insieme a Roberta Galletta di Italia Nostra e ai 13 volontari impegnati si procederà ad una spiegazione e illustrazione storica dei luoghi che man mano ci ospiteranno e, con palette, rastrelli, pinze per il vetro, decespugliatori, guanti, stivali, cappelli e magliettine, procederemo alla pulizia della costa, affrontando concretamente la questione della raccolta differenziata. A metà progetto, poi, verranno anche installati dei cartelli informativi sul rispetto dell’ambiente e dei cestini per la spazzatura nelle tre aree”. Due le classi impegnate ogni giorno, per un massimo di circa 50 alunni a mattinata. “Abbiamo avuto moltissime adesioni – ha aggiunto Roberta Galletta – questo lo dobbiamo anche alla Fondazione Cariciv che è un marchio di qualità dei progetti che vengono proposti”.

ULTIME NEWS