Pubblicato il

Icpl, il 21 incontro in Regione

CIVITAVECCHIA – Non è roseo, almeno per il momento, il futuro dell’Icpl. Lo si era già capito da tempo, da quando la società ha deciso di avviare le procedure di licenziamento nei confronti di 21 unità, per contenere i costi. Ma il quadro è stato delineato ancora più serio anche nel corso dell’incontro di ieri tra lavoratori, Rdb Cub, Cub Trasporti, Filt Cgil e l’amministratore delegato di Icpl Ferdinando Bitonte. Quest’ultimo infatti, ha ribadito la perdita di 14 milioni di euro, con le difficoltà che ci sono in questo momento. A quanto pare, infatti, i soci non avrebbero alcuna intenzione a finanziare ulteriormente Interporto, per ricapitalizzare la società e tentare di uscire così dalla crisi: è quindi questo un momento di stand by. Inoltre, a detta proprio dell’amministratore delegato Bitonte, se non ci si rialzerà nei prossimi quattro o cinque mesi, la società valuterà anche la possibilità di portare i libri in Tribunale. «Siamo preoccupati – ha spiegato Enrico Seri della Filt Cgil – abbiamo chiesto alla società di valutare ipotesi alternative alla procedura di licenziamento: non sottoscriviamo infatti la decisione della mobilità se prima non vengono discusse delle altre soluzioni, come potrebbe essere anche un accordo di solidarietà». Intanto il 21 dicembre prossimo si terrà un incontro con l’assessore regionale Alessandra Tibaldi: sindacati e lavoratori ripongono molte speranze in questa riunione. «Per questo motivo – ha aggiunto Giancarlo Ricci della Rdb Cub – abbiamo deciso di sospendere l’incontro con l’amministratore delegato Bitonte e di riprogrammarlo per il 23 dicembre prossimo, quando avremo un quadro più chiaro dopo l’incontro con la Regione».

ULTIME NEWS