Pubblicato il

Il Bambin Gesù sperimenta innovazioni per la riabilitazione pediatrica

S. MARINELLA. Ma Fratturato parla di reparto di fisioterapia a rischio chiusura

S. MARINELLA. Ma Fratturato parla di reparto di fisioterapia a rischio chiusura

CIVITAVECCHIA – S.MARINELLA – Il reparto cittadino di fisioterapia del Bambin Gesù a rischio chiusura? E’ la domanda che molte persone si stanno ponendo in città, ma che di fatto rischia, per ora, di rimanere senza risposte. Se da un lato l’assessore alla Sanità Eugenio Fratturato lo da per certo e fra l’altro si è già attivato per trovare una soluzione, dall’altro vi è una totale smentita da parte dell’ospedale. Addirittura, il vice sindaco Fratturato nei giorni scorsi aveva reso noto un incontro fra lui e direttore Raponi. In quella sede, Fratturato aveva chiesto la possibilità di posticipare il trasferimento, previsto entro il mese, del servizio di fisioterapia per adulti nel presidio di Palidoro per limitare al minimo i possibili disagi per i pazienti attualmente in trattamento. «E’ mia intenzione – ha aggiunto il vice sindaco Fratturato – chiedere all’Asl Roma F la possibilità di istituire presso il poliambulatorio di Santa Marinella, il servizio di ortopedia con attività fisioterapiche perché i cittadini hanno diritto ad avere prestazioni sanitari con tempi di attesa accettabili e senza dover percorrere oltre 30 chilometri». Tutta un altra versione, quella che proviene dall’ospedale Bambin Gesù, che parla di un potenziamento del servizio di riabilitazione pediatrica. «E’ stata attivata a Santa Marinella – fanno sapere dall’ospedale – una struttura finalizzata alla riabilitazione multidisciplinare di pazienti con patologia del sistema nervoso centrale. Nelle due sedi si accolgono neonati, bambini, adolescenti affetti da malattie invalidanti o esiti delle stesse, è uno dei primi prototipi nazionali di centro per le disabilità gravi in età evolutiva».

ULTIME NEWS