Pubblicato il

Il caso Gatti spacca il Partito democratico

Le varie componenti non hanno gradito la dichiarazione del segretario rilasciata alla stampa dopo l’ultima riunione. Carluccio: «Non contestiamo il merito ma il metodo», Barbaranelli: «Ha agito autonomamente nonostante avessimo concordato una linea da seguire». Roberta Galletta si difende: «Il primo intervento mi è stato imposto, vogliono imbavagliarmi» 

Le varie componenti non hanno gradito la dichiarazione del segretario rilasciata alla stampa dopo l’ultima riunione. Carluccio: «Non contestiamo il merito ma il metodo», Barbaranelli: «Ha agito autonomamente nonostante avessimo concordato una linea da seguire». Roberta Galletta si difende: «Il primo intervento mi è stato imposto, vogliono imbavagliarmi» 

CIVITAVECCHIA – Un nuovo fronte aperto nel Partito democratico, dopo l’intervento del segretario Roberta Galletta in risposta agli abitanti di via Pinelli che ‘‘tifano’’ per Alessio Gatti. Le aree rappresentate da Fabrizio Barbaranelli e Valentino Carluccio non entrano nel merito di quanto dichiarato dal segretario ma ne contestano il metodo: «L’altra settimana Roberta Galletta ha convocato le componenti e i consiglieri per parlare di via Pinelli e del caso Gatti – fa sapere Carluccio – esaminata la situazione abbiamo concordato di trasmettere un comunicato contenente la posizione unitaria del partito. Ora – prosegue – apprendiamo di una nuova nota firmata dalla Galletta che sulla vicenda fornisce tutt’altra versione». Carluccio parla di una scorrettezza grave che potrebbe determinare nuove tensioni in seno al Pd. «A qualcuno interessa davvero la condivisione – si chiede Valentino Carluccio – o vuole solo distruggere tutto? Auspichiamo preso un congresso per affidare il partito a chi si impegna a garantire unitarietà». Dello stesso avviso Fabrizio Barbaranelli: «Sul merito abbiamo già discusso – spiega – ora ci interessa capire se le riunioni collegiali hanno ancora un senso o meno, visto che dopo l’elaborazione di un documento unitario – aggiunge – il segretario ha pensato di trasmettere una ulteriore nota». Non si è fatta attendere la risposta della Galletta: «All’inizio ho fatto un intervento morbido sul caso Gatti perché mi è stato imposto – spiega – le altre componenti hanno condannato l’atteggiamento del consigliere solo nel partito, assolvendolo invece sulla carta stampata. Se Gatti deve diventare un’arma per imbavagliarmi – prosegue – io vado avanti esprimendo, tra l’altro, la posizione della maggioranza del partito». Intanto per la prossima settimana è stata chiesta una nuova riunione. 

ULTIME NEWS