Pubblicato il

Il caso Laurenti potrebbe sbarcare alla Corte dei Conti

CIVITAVECCHIA – Potrebbe arrivare addirittura alla Corte dei Conti il ‘‘caso Laurenti’’. Lo hanno annunciato i consiglieri di opposizione parlando del servizio di trasporto pubblico per gli alunni della scuola di via XVI Settembre e sottolineando due questioni fondamentali: il primo attiene i rapporti tra il comune e Etm, l’altro invece si riferisce alle procedure di affidamento del servizio. I consiglieri, infatti, spiegano che il contratto esistente tra Etme Pincio obbliga la municipalizzata a estendere il servizio scuolabus a fronte di “insindacabile” richiesta dell’Amministrazione, anche per casi come questo. «Risulta agli atti – spiegano – che non solo la società comunale non si è resa disponibile in tal senso ma, soprattutto, è l’Amministrazione ad aver rinunciato a quanto in suo diritto, limitandosi a semplici richieste di offerta anziché pretendere l’effettuazione del servizio. Accantonata Etm, l’Amministrazione ha avviato le procedure previste per l’acquisizione del servizio in economia, provvedendo a quattro diversi affidamenti alla società Royal Bus attuati con due procedure di cottimo fiduciario alternate da altrettante proroghe. Una scelta attraverso cui si è potuto evitare il ricorso a gara pubblica, benché l’importo stimabile per l’intero servizio obbligasse a farlo, e che contrasta con lo stesso regolamento comunale per le forniture ed i servizi in economia».

ULTIME NEWS