Pubblicato il

Il consiglio dei giovani si sottopone al ‘‘giudizio’’ degli studenti

TARQUINIA. Preparato un questionario da distribuire nelle scuole per raccogliere idee sul lavoro svolto nel primo anno di attività Il presidente Manuel Catini: «L’obiettivo è creare una sinergia con i ragazzi della città»

TARQUINIA. Preparato un questionario da distribuire nelle scuole per raccogliere idee sul lavoro svolto nel primo anno di attività Il presidente Manuel Catini: «L’obiettivo è creare una sinergia con i ragazzi della città»

TARQUINIA – Dal consiglio comunale dei giovani di Tarquinia arriverà, nei prossimi giorni, un questionario rivolto agli studenti degli istituti di istruzione superiore di Tarquinia. La finalità di tale iniziativa è quella di informare riguardo l’operato e la struttura del consiglio e, soprattutto, di raccogliere idee, apprezzamenti e critiche circa il lavoro svolto durante il primo anno di attività. Infatti, come spiega il consigliere Alessandro Passamonti, capogruppo della commissione Pubblica istruzione «il consiglio comunale dei giovani, in coerenza alla massima disponibilità e apertura da sempre adottate, vuole, ancora una volta, porre una particolare attenzione alle esigenze dei giovani tarquiniesi per la stagione invernale». «Inoltre – continua Passamonti – noi del consiglio, vogliamo raccogliere critiche su quanto fatto finora così da poter migliorarci nella realizzazione di futuri progetti». A ribadire il concetto il presidente Catini: «Siamo felici di poter proporre questa iniziativa che è rivolta, anzitutto, a creare una sinergia con gli studenti che mi auguro possa essere solida e prolifica come quella che si è creata all’interno del consiglio stesso. L’augurio è quello che, i ragazzi, possano rispondere alle domande con la massima serietà così che, i dati che ne scaturiranno, possano essere quanto più utili ed attendibili». I due esponenti del consiglio comunale dei giovani concludono formulando ringraziamenti «a chi ci ha dato questa possibilità: agli assessori Capitani e Celli e ai dirigenti scolastici Franceschini e Guzzone».

ULTIME NEWS