Pubblicato il

Il Galiei di S. Marinella ha ricordato i bambini della Shoa

SANTA MARINELLA – Una commemorazione particolare quella voluta dal Liceo Scientifico di Santa Marinella per la Giornata della memoria, interamente dedicata al ricordo dei bambini della Shoa. Nell’aula magna del Liceo, alla presenza della dirigente, Prof.ssa Maria Zeno, in silenzio commosso tutti gli alunni hanno assistito ad una breve rappresentazione teatrale, “Una stella e basta” Immagini, parole e musica per non dimenticare” a cura dell’Officina di Espressioni Artistiche del Liceo , sotto la regia di Iolanda Zanfrisco. Dieci ragazzi hanno vissuto, attraverso le poesie e i racconti , un momento della vita a Terezin, il Lager beffa, vicino Praga, dove si voleva far credere all’opinione pubblica che tutti i bambini deportati potessero continuare il loro percorso educativo. Sullo sfondo scorrevano le immagini dei disegni che sono giunte fino a noi, a sottolineare il contrasto tra l’immaginazione dei piccoli sognatori e l’orrore della realtà nella quale erano costretti a vivere. La musica,di Gustav Mahler, è stato il legame profondo che ha unito le immagini e le parole come l’ultimo grido non di disperazione di fronte ad un destino crudele , ma di resistenza e di speranza per un mondo migliore, assumendo dunque una funzione “catartica”, di purificazione dei traumi vissuti attraverso la rievocazione tragica degli eventi. Gli interpreti: Vanessa Bassanelli, Alessia Cozza, Alessio De Luca, Giovanni Giusti, Chiara Illuminati, Matteo Marino, Marco Osservanza, Alessandro Satta, Francesca Scipilliti, Valeria Shinlova, con la partecipazione della prof.ssa Clelia Di Liello.

ULTIME NEWS