Pubblicato il

Il gran giorno dell’ammiraglio Brusco

Domani al Forte Michelangelo l’avvicendamento al vertice delle Capitanerie di Porto. Alla presenza di Matteoli, Lolli lascerà il comando con un pensiero a Molo Vespucci

Domani al Forte Michelangelo l’avvicendamento al vertice delle Capitanerie di Porto. Alla presenza di Matteoli, Lolli lascerà il comando con un pensiero a Molo Vespucci

CIVITAVECCHIA – DOmani pomeriggio alle ore 17,30 presso il Forte Michelangelo avrà luogo la cerimonia dell’avvicendamento al Comando del Corpo delle Capitanerie di porto Guardia costiera tra l’Ammiraglio Ferdinando Lolli e l’Ammiraglio Marco Brusco, nuovo Comandante Generale. Il passaggio di consegne avverrà alla presenza dal Ministro dei Trasporti Altero Matteoli, del Ministro dell’Ambiente Stefania Prestigiacomo, dei Sottosegretari Letta, Bertolaso e Zaccaria, del Capo di Stato Maggiore della Difesa Gen. Vincenzo Camporini, del Capo di Stato Maggiore della Marina Amm. Bruno Branciforte e di alte personalità dello Stato.
«Una festa – si commenta da parte del Corpo delle Capitanerie di Porto – ma anche un’occasione per ricordare il costante impegno degli 11 mila appartenenti, a favore del mare e di tutti coloro che su questo lavorano o traggono motivo di svago».
Peraltro, la cerimonia cade in un momento molto particolare: proprio il Gabinetto del ministro Matteoli ha infatti avviato nei giorni scorsi il procedimento amministrativo per il commissariamento dell’Autorità Portuale di Civitavecchia. Entro venerdì il presidente Fabio Ciani dovrà inviare a Porta Pia le proprie controdeduzioni e la prossima settimana è attesa la decisione del Ministro. Inoltre, voci che si rincorrono sempre più insistenti sulla stampa specializzata nazionale, danno proprio l’ammiraglio Lolli in pole position per ricoprire l’incarico di commissario, qualora Matteoli dovesse procedere con la rimozione di Ciani. Lolli, peraltro, oltre ad essere molto legato a Civitavecchia, è rimasto al comando del Corpo per soli 3 mesi, essendo stato nominato a giugno ed avendo subito raggiunto il limite di età di 65 anni. Non è dunque da escludere la possibilità di un incarico come la guida, sia pure temporanea, dell’Authority locale.

ULTIME NEWS