Pubblicato il

Il museo di Tolfa apre le porte alla scuola

Tante iniziative da parte dell’associazione ‘‘Chirone’’ che gestisce i servizi. Il progetto è realizzato con il sostegno della Fondazione Cariciv Oggi il sindaco Battilocchio e il vicesindaco Landi hanno seguito una parte della lezione

Tante iniziative da parte dell’associazione ‘‘Chirone’’ che gestisce i servizi. Il progetto è realizzato con il sostegno della Fondazione Cariciv Oggi il sindaco Battilocchio e il vicesindaco Landi hanno seguito una parte della lezione

TOLFA – Nuova iniziativa del museo di Tolfa. Da qualche anno nel convento dei Padri Agostiniani ha sede il museo civico che è diventato un polo d’eccellenza per la cultura: attività di scavo, proposte alle scuole con vari progetti e lezioni tematiche, laboratori didattici, creativi e virtuali, rappresentazioni ed attività teatrali, il tutto coordinato e gestito all’associazione ‘‘Chirone’’, ossia da un gruppo di giovani laureati del paese che, spinti dalla passione e dall’amore per la cultura, hanno chiesto e ottenuto dalla giunta Battilocchio la gestione dei servizi museali e quelli della biblioteca e stanno portando avanti tutto con dovizia e successo. Oggi il sindaco Alessandro Battilocchio e il vicesindaco Luigi Landi hanno visitato il museo salutando gli alunni che, guidati dagli operatori della Chirone, erano impegnati nella riproposizione di tecniche di pittura antiche, utilizzate sin dal periodo etrusco. Battilocchio ha seguito una parte della lezione con gli alunni delle classi medie che stanno partecipando al progetto promosso dal museo civico di Tolfa, in collaborazione con la Fondazione Cariciv che sempre è vicina a chi diffonde la cultura soprattutto fra i giovani. Molte sono le scolaresche che negli ultimi mesi hanno risposto positivamente alla proposta della Chirone, visitando il Museo ed il paese. «Per la gestione dei nostri servizi museali abbiamo gettato il cuore oltre l’ostacolo ed abbiamo messo un gruppo di giovani locali alla prova, affidando loro alcune delle nostre strutture culturali – ha spiegato il sindaco Battilocchio – i risultati sono finora straordinari: il museo è rinato e la biblioteca è tornata pienamente operativa, questi ragazzi quindi sono i protagonisiti di questa rinascita». (Rom. Mos.)

ULTIME NEWS