Pubblicato il

Il Pdl: "Saremo più forti dell'invidia dei soliti compagnucci destinati a scomparire"

Quanto alla presenza delle donne il centrodestra è chiaro: "A noi i fatti. La sinistra ha già disatteso questo obbiettivo con le elezioni comunali"

Quanto alla presenza delle donne il centrodestra è chiaro: "A noi i fatti. La sinistra ha già disatteso questo obbiettivo con le elezioni comunali"

TARQUINIA – “Continuano gli attacchi del PD. Sono sempre i soliti. I compagnucci di Tarquinia del PD. Non cambieranno mai”. Il Pdl segue a ruota gli attacchi del centrosinistra. Proseguono inarrestabili gli attacchi tra avversari a suon di veleni in vista del voto per il rinnovo del consiglio di amministrazione e del presidente dell’Università Agraria di Tarquinia, previsto per il 30 e 31 maggio.”Invece di parlare del loro programma e delle realizzazioni della loro Amministrazione uscente – dice il Pdl contrastando il centrosinistra – non trovano niente di meglio da fare che attaccare e denigrare l’avversario politico. E bisogna riconoscere che questa è un’arte, tramandata, che riesce loro benissimo, essendo i nipotini di certi signori, per fortuna, sconfitti dalla storia. Hanno iniziato con apprezzamenti poco simpatici sulla candidata “sconosciuta” del centro destra Anna Rita De Alessandris per poi dileggiare la giovane Alessandrelli, candidata della lista PDL, rea di aver osato criticare la programmata vendita del patrimonio immobiliare dell’ Università Agraria da parte dell’Amministrazione presieduta dal venerabile Antonelli. E’ seguita poi la vicenda Generali, candidato nella lista civica del Presidente De Alessandris, ritiratosi per motivi in corso di accertamento da parte della Magistratura; vicenda che i compagnucci del PD locale hanno, come loro costume, subito strumentalizzato per fini elettorali. Ed ancora, a tutto fiato, sulle pagine della stampa, a sentenziare boriosamente che il programma del centro destra è inconsistente e scopiazzato dallo quello splendido della compagine sinistrorsa. Che bravi loro! Non impareranno mai. Questi sono i compagnucci che la gente in tutta Italia ha condannato a scomparire. Da poche settimane hanno perduto la Regione Lazio e la Provincia di Viterbo. Sono relegati nel cantuccio a non contare nulla. E questo li fa oltremodo innervosire al punto che solo l’insulto e la denigrazione nei confronti dell’avversario li fa sentire sicuri e superiori. Per quanto ci riguarda andremo avanti per la nostra strada, più forti dell’invidia e di ogni attacco denigratorio. Siamo certi, gli elettori sapranno ben giudicare e scegliere i propri rappresentanti”.

La coalizione del centrodestra per Anna Rita De Alessandris presidente risponde al centrosinistra anche sulla questione della presenza delle donne nella futura amministrazione dell’Ente Università Agraria. “Incredulità e stupore – dice la coalizione – questo è quanto ci sentiamo di sentire dinanzi alla costituzione di un comitato “propagandistico elettorale e basta” che la coalizione a sostegno del sig. Antonelli è riusciti a propinare. Il centrodestra risponde con una lunga lista di giovani e donne, ed in tal senso la scelta radicale di candidare una donna alla carica di presidente ne è la prova regina. Ci si domanda Antonelli vuole scopiazzare quanto promesso e non mantenuto dal suo omologo amico in Comune durante la campagna elettorale del 2007 considerando la presenza delle donne in amministrazione?. In tal senso la sinistra ha già tradito questa promessa elettorale, riflessione quante donne ci sono nell’attuale amplia amministrazione comunale?, risposta una sola. E questa donna è diventata consigliere comunale dopo ben due ampi rimpasti basati sui classici giochi di poltrone che solo la sinistra riesce a fare. È certo risiamo alle solite, mentre il centrosinistra sta lì a dire apriremo o faremo, il centrodestra nella figura della sig. De Alessandris ha dimostrato di anticipare tutti, ed anche di essere al passo con il vento del cambiamento, vedi il caso Polverini. Le donne per il centrodestra sono già protagoniste, e un messaggio forte in tal senso è la figura della sig.ra De Alessandris – presidente al seguito la giovane Diletta Alessandrelli laureata in scienze politiche, la sig. Ursula Fortunato psicologa, la sig. Mancini Matilde, Crescia Livia laureanda in scienze giuridiche, la sig. Arpini Ferminia , la giovane Monachini Claudia , una squadra che sta già lavorando molto bene al fianco della presidente”. “Stia tranquilla la sinistra e con essa  il sig. Antonelli – conclude il centrodestra – nella nostra coalizione le donne come i giovani sono già protagonisti, se di impegno si vuole parlare il centrodestra lo ha già rispettato nei confronti delle donne, portando alla carica di presidente una donna. Quindi alla sinistra vogliamo dire che rimane solo di strumentalizzare e continuare a propinare promesse che già altre volte ha dimostrato di non saper mantenere”.

ULTIME NEWS