Pubblicato il

Il Pirgo e la Frasca tornano balneabili

CIVITAVECCHIA – Il Pirgo e la Frasca tornano balneabili.
Il sindaco Moscherini infatti ha ritenuto necessario integrare e rettificare la precedenza ordinanza che impediva ai cittadini di usufruire dei tratti dei tratti di costa che comprendono anche la zona Torre Valdaliga e Fosso Infernaccio.
Tutto per effetto della nota trasmessa dalla Regione Lazio il 16 luglio scorso, con la quale viene comunicato al Pincio che «visti gli esiti delle analisi e la relazione inviata dal Comune sugli interventi di risanamento effettuati, sono stati riaperti alla balneazione i tratti di costa denominati 1400m sx Torre Valdaliga e Stabilimento Bagni Pirgo’».
In sostanza sarebbe stato il Comune di Civitavecchia a procedere al risanamento e alle successive analisi, comunicando i dettagli alla Pisana che dopo aver segnalato i tratti di costa non idonei alla balneazione, lo scorso 15 giugno ha chiesto al Pincio una relazione sulle misure di miglioramento messe in atto.
Giovedì scorso Moscherini ha emanato una nuova ordinanza – in cui non sono stati ovviamente riportati gli interventi di miglioramento messi in atto – con la quale vengono riaperti alla balneazione i seguenti tratti di costi: da 800 m dx località La Frasca a 1400 m sx Torre Valdaliga (zona di pertinenza punto 28) e da stabilimento Bagni Pirgo a 650 m sx Fosso Infernaccio (zona di pertinenza punto 29).
Un problema risolto almeno in parte, a quanto pare, con un’ordinanza che seppure non rassicura sotto l’aspetto della salute pubblica, quantomeno mette al riparo i ‘‘temerari bagnanti’’ da eventuali sanzioni finora applicabili.
Per avere novità sulla condizione delle acque bisognerà attendere.

ULTIME NEWS