Pubblicato il

Il protocollo della legalità diventa realtà

Siglata l’intesa tra il Comune e la Prefettura sul controllo relativo agli appalti pubblici. Il sindaco Moscherini: «L’ufficio sarà coordinato dal procuratore Torri e non sarà soggetto a condizionamenti». Soddisfatto Gino Vinaccia: «Per prevenire le infiltrazioni malavitose occorre alzare la guardia. Noi lo abbiamo fatto»

Siglata l’intesa tra il Comune e la Prefettura sul controllo relativo agli appalti pubblici. Il sindaco Moscherini: «L’ufficio sarà coordinato dal procuratore Torri e non sarà soggetto a condizionamenti». Soddisfatto Gino Vinaccia: «Per prevenire le infiltrazioni malavitose occorre alzare la guardia. Noi lo abbiamo fatto»

CIVITAVECCHIA – “È stato stipulato a palazzo Valentini un protocollo di intesa tra la prefettura di Roma e il Comune di Civitavecchia per la prevenzione dei tentativi di infiltrazione della criminalità organizzata nel settore degli appalti pubblici di lavori, servizi e fornitore”. Lo hanno reso noto il sindaco Gianni Moscherini e il vicesindaco Gino Vinaccia, ripercorrendo le tappe che hanno portato al raggiungimento dell’accordo con il Prefetto di Roma: «Un obiettivo che finalmente abbiamo raggiunto – ha fatto sapere il primo cittadino – se ha funzionato al porto il protocollo firmato con la Guardia di finanza, sicuramente funzionerà anche questo accordo». Moscherini ha voluto precisare un punto fondamentale: «Visto che ci apprestiamo a fare grandi investimenti per consentire la realizzazione di grandi opere, come ad esempio quella di Vigna Turci recentemente presentata, occorre lavorare con aziende pulite – ha affermato – e per questo motivo l’ufficio legalità, che sarà coordinato dall’ex procuratore di Roma Ettore Torri, non sarà condizionato da nessuno, lavorando sinergicamente con la prefettura ed evitando le lungaggini FIRMAburocratiche». A mettere i puntini sulle i, ci ha pensato Gino Vinaccia, spiegando che l’accordo poggia su tre punti fondamentali: il monitoraggio preventivo dei bandi di gara, il monitoraggio delle imprese partecipanti e aggiudicatarie dell’appalto e controllo nella fase esecutiva dell’opera. «Ai tentativi di infiltrazione della malavita – ha dichiarato il vicesindaco – si reagisce alzando il livello di guardia e l’amministrazione comunale lo ha fatto con questo protocollo. Voglio ringraziare la dottoressa Gabriella Brullini che ha seguito le varie fasi che hanno portato all’accordo».

ULTIME NEWS