Pubblicato il

Immigrazione clandestina: un altro arresto dei carabinieri

Tarquinia. Avviata la bonifica dello stabile alla zona industriale

Tarquinia. Avviata la bonifica dello stabile alla zona industriale

TARQUINIA – I carabinieri di Tarquinia, guidati dal luogotenente Stefano Girelli, hanno eseguito nella tarda serata di giovedì un arresto per inottemperanza al decreto di espulsione. L’uomo finito in manette è H.A., un giovane tunisino sorpreso a gironzolare intorno al casale abbandonato situato alla zona industriale. E’ stato subito bloccato e denunciato per aver fornito false generalità e false dichiarazioni. A seguito dei controlli da parte dei militari, l’uomo è stato infatti arrestato per inottemperanza al decreto di espulsione. Ad acciuffarlo è stato il comandante della stazione di Tarquinia, Stefano Girelli, che aveva visto lo straniero aggirarsi intorno allo stabile, probabilmente con l’intento di accedervi, ormai impossibile. Il sindaco Mauro Mazzola, dopo il blitz anti-immigrazione clandestina, organizzato dai carabinieri di Tarquinia su ccordinamento della Compagnia di Tuscania, ha infatti dato l’ok per far murare porte e finestre in modo tale da impedire l’ulteriore ingresso degli extracomunitari che usavano il casale abbandonato come propria dimora, con letti di fortuna e senza bagno. Rifiuti, indumenti ed escrementi rinvenuti all’interno dell’immobile, hanno richiesto una accurata bonifica dell’area, tuttora in atto da parte della ditta comunale. Prosegue l’attività di monitoraggio del territorio da parte dei carabinieri, contro il dilagare del fenomeno della clandestinità, che spesso sfocia anche in episodi di mircocriminalità o fenomeni di sfruttamento del lavoro nero.

ULTIME NEWS