Pubblicato il

Incidente al campeggio dell'Agraria: gravissimo noto imprenditore

È ricoverato all'ospedale Belcolle di Viterbo in prognosi riservata. Sul posto la Polizia e i tecnici della Asl

È ricoverato all'ospedale Belcolle di Viterbo in prognosi riservata. Sul posto la Polizia e i tecnici della Asl

TARQUINIA – Un grave incidente si è verificato stamattina all’interno del campeggio dell’Università Agraria di Tarquinia, Riviera degli Etruschi. Il noto imprenditore locale Antonio Di Pietro di 63 anni è rimasto schiacciato durante i lavori di spostamento di una casetta in lamiera prefabbricata, situata nei pressi dell’ingresso della struttura balneare. Il tarquiniese – presidente dell’associazione Hermes, che ogni anno organizza ‘’Tarquinia in festa’’, la fiera che si svolge al centro storico cittadino -, è anche il legale rappresentante della Maretour srl, la società che gestisce il campeggio. Subito soccorso, le sue condizioni sono apparse gravissime. Il 63enne è stato infatti trasferito in eliambulanza presso l’ospedale Belcolle di Viterbo con gravi lesioni interne. Secondo quanto si è potuto apprendere avrebbe riportato una grave perforazione al polmone che gli avrebbe provocato un’emorragia interna. Sul luogo dell’incidente, oltre ai soccorsi, si sono precipitati gli agenti di polizia del Commissariato di Tarquinia e l’ispettorato del lavoro della Asl. Subito avviate le indagini da parte degli agenti del vicequestore Riccardo Bartoli che, sotto la direzione del sostituto procuratore della Procura della Repubblica di Civitavecchia, dottor Paolo Calabria, stanno cercando di ricostruire la dinamica. Al vaglio degli inquirenti le modalità di spostamento del casottino, sollevato con un trattore della comunità Mondo nuovo. Di Pietro seguiva i lavori da terra; si sarebbe accorto di un cedimento della barra di sollevamento e tentava di tenere il casotto per evitarne lo sbilanciamento. Ma il prefabbricato è caduto schiacciandolo.

ULTIME NEWS