Pubblicato il

Inseriti in bilancio 800mila euro per un Centro Giovani

CIVITAVECCHIA – Sinergia creata tra Comune di Civitavecchia e l’organizzazione Save the Children per dare più cittadinanza alle giovani generazioni. Nell’anno scolastico in corso, nell’ambito del progetto “Forum dei Ragazzi e delle Ragazze”, cofinanziato dal Ministero degli Esteri e in collaborazione con la Provincia di Roma, Save the Children Italia ha organizzato l’Assemblea Generale a Roma, coinvolgendo le classi IA ST e IB ST dell’Itis Marconi. Dal percorso realizzato in classe sono scaturite due proposte, trasformate in mozioni, indirizzate al Sindaco Moscherini, all’Assessore alle Politiche per La famiglia, Giovani e Sport, Fulvia Fanciulli, e al delegato alle Politiche Giovanili, Gaudenzio Parenti: le richieste dei giovani, avanzate ufficialmente all’Assemblea Generale del Forum il 4 febbraio scorso, sono indirizzate alla creazione di maggiori punti di aggregazione per i giovani in città e alla creazione di momenti di ascolto delle istanze provenienti dai ragazzi.
Dall’incontro odierno che i rappresentanti di Save the Children hanno avuto con il delegato Parenti, è comunque emerso che l’Amministrazione Comunale ha già avviato il progetto per la creazione di un Centro Giovani, stanziando 800 mila euro nel bilancio 2009, mentre incontri nelle scuole del Sindaco e di altri rappresentanti istituzionali saranno avviati a partire dal mese di aprile. Per dare una puntuale risposta alle mozioni dei ragazzi, la prima scuola ad essere coinvolta negli incontri sarà l’Itis Marconi.
“Siamo felici quando nascono iniziative come quella di Save the Children – ha affermato il delegato Gaudenzio Parenti – che puntano a saldare legami stretti tra le istituzioni e i giovani. Questo contatto sarà l’occasione per avere idee in più su come realizzare il Centro Giovani, sul quale il Sindaco Moscherini ha investito molto, ma ci sembra giusto anche inaugurare una stagione di confronti diretti nelle scuole perché troppo spesso si sente dire che bisogna avvicinare i giovani alla politica, ma poi i propositi restano solo sulla carta”.

ULTIME NEWS