Pubblicato il

Internet più accessibile per tutti

Finanziato il progetto per il secondo corso di alfabetizzazione informatica per ciechi ed ipovedenti. Il presidente dell’assocazione U.I.C. Sartorelli ha sottolineato la possibilità di spalancare le porte dell’informazione globale anche ai disabili visivi. I vertici della Fondazione: «Un’iniziativa ambiziosa» 

Finanziato il progetto per il secondo corso di alfabetizzazione informatica per ciechi ed ipovedenti. Il presidente dell’assocazione U.I.C. Sartorelli ha sottolineato la possibilità di spalancare le porte dell’informazione globale anche ai disabili visivi. I vertici della Fondazione: «Un’iniziativa ambiziosa» 

CIVITAVECCHIA – Un progetto ambizioso. Così lo hanno definito il presidente della sezione locale dell’Unione Italiana Ciechi ed Ipovedenti, Mario Sartorelli, e quello della Fondazione Cassa di Risparmio di Civitavecchia Vincenzo Cacciaglia, alla presentazione della seconda edizione del ‘‘Corso di alfabetizzazione informatica, I e II livello, per ciechi ed ipovedenti, anche con minoranze aggiuntive’’. «Si tratta – ha spiegato soddisfatto il presidente Sartorelli – di aprire le porte del mondo dell’informazione e di internet anche a chi ha delle difficoltà evidenti. L’obiettivo del progetto consiste nell’eliminazione delle barriere, sia sensoriali che culturali, che impediscono l’accesso ai ciechi e agli ipovedenti all’informazione globale attraverso un’alfabetizzazione informatica di primo e secondo livello, rivolta ai disabili visivi dei comuni afferenti la nostra giurisdizione associativa. Non c’è un’età definita per gli allievi in quanto tutti possono partecipare. Quindi, il progetto è rivolto a tutti i disabili visivi, compresi coloro che sono affetti da pluriminorazioni aggiuntive». E la Fondazione tiene in modo particolare a questo progetto, di forte impatto sociale. Lo hanno sottolineato il presidente Cacciaglia e il coordinatore del settore volontariato Adriano Sansonetti, ricordando anche che l’iniziativa è stata presentata «in occasione della seconda Giornata Nazionale del Braille, nell’anno peraltro – hanno aggiunto – dei festeggiamenti del bicentenario della nascita di Louis Braille, l’inventore, appunto, dell’omonima scrittura per i ciechi». I corsi inizieranno nella prossima primavera e avranno la durata di 40 ore, coinvolgendo un numero di allievi non superiore alle 3-4 unità per livello, conosderando l’esigenza di prevedere un tutor per ogni persona. Gli interessati potranno prendere visione del progetto ed acquisire maggiori informazioni rivolgendosi alla sezione locale dell’associazione in via Frangipane 6, dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13 e dalle 15.30 alle 19, oppure telefonando al numero 0766/31051. Il modulo per la domanda di partecipazione potrà essere ritirato presso gli stessi uffici e consegnato a mano entro le ore 12 del 28 febbraio prossimo. La Sezione si riserva di valutare le domande e di predisporre eventuali graduatorie per la selezione dei partecipanti ai corsi.

ULTIME NEWS