Pubblicato il

La Darsena Romana approda nelle scuole

CIVITAVECCHIA – «Un testo essenziale che ripercorre in poche pagine la storia millenaria della città attraverso le sue vicende più importanti avvenute all’interno dell’elegante quadrilatero fortificato». Così la storica civitavecchiese Roberta Galletta descrive il proprio libro “La Darsena Romana. Il Porticciolo di Civitavecchia”, pensato insieme all’associazione ‘‘Gli Amici della darsena romana onlus’’ e realizzato grazie al contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Civitavecchia, particolarmente esntusiasta dell’iniziativa. «La pubblicazione – hanno spiegato il presidente dell’ente Vincenzo Cacciaglia e il segretario generale Adriano Sansonetti – rientra in un più ampio progetto presentato dall’associazione guidata da Giovanni Testa. Ci auguriamo che le copie del volume vengano consegnate alla biblioteca comunale, a quella del Ce.Si.Va. e soprattutto agli istituti scolastici affinché un sempre maggior numero di persone possa avere la possibilità di leggere il libro per fare un tuffo nel passato al fine di costruire un futuro sempre migliore, cosa possibile solo se si conoscono le proprie origini». Dello stesso avviso anche lo stesso Giovanni Testa, il quale ha spiegato che «per me che sono civitavecchiese, fortemente radicato nel territorio cittadino, la darsena è sempre stata un luogo familiare, meta – ha aggiunto – di passeggiate fin dall’infanzia, punto di approdo dei pescherecci e primo mercato del pesce della città». In questo affascinante viaggio alla scoperta dei luoghi simbolo del porto e della città di Civitavecchia, Roberta Galletta accompagna il lettore dagli albori della comunità locale all’epoca romana, medievale, rinascimentale fino ad arrivare, traghettata dai secoli della fine del secondo millennio che sono teatro della straordinaria vivacità della Darsena Romana, ai tragici eventi delle distruzioni belliche del 1943-44. «Il porticciolo del Sangallo vive oggi una nuova stagione grazie alle tante e diverse attività, tra cui quelle legate al Circolo Nautico Civitavecchia e all’Associazione Amici della Darsena Romana – ha spiegato – un iperluogo dove si incontrano da sempre spazio e tempo in una comunità di sentimenti che è il risultato del riconoscimento di valori storici, civici, umani territoriali e ambientali della città di Civitavecchia e che devono restare patrimonio dei civitavecchiesi. Non ho scritto nulla di nuovo, ma di ho raccolto una serie di notizie rendendole fruibili a tutti e realizzando una pubblicazione leggera». Il volume sarà presentato alla città sabato 31 ottobre, alle 17, sempre presso la sala conferenze della Fondazione Ca.Ri.Civ.

ULTIME NEWS