Pubblicato il

La giunta Ciogli si salva

Cerveteri. Promossa in extremis la verifica economica degli equilibri di bilancio I 4 dissidenti del Pd votano secondo coscienza. Contrario Altobelli, astenuti:Travaglia, Yuri Marini e Vittoria Marini Il Sindaco: «Sono tutt’altro che sereno. Se non fosse stato per Ramazzotti e D’Ubaldo il bilancio non sarebbe passato»

Cerveteri. Promossa in extremis la verifica economica degli equilibri di bilancio I 4 dissidenti del Pd votano secondo coscienza. Contrario Altobelli, astenuti:Travaglia, Yuri Marini e Vittoria Marini Il Sindaco: «Sono tutt’altro che sereno. Se non fosse stato per Ramazzotti e D’Ubaldo il bilancio non sarebbe passato»

GINOdi STEFANIA VIGNAROLI

CERVETERI – Promossa in extremis la verifica economica degli equilibri di bilancio, la giunta Ciogli si salva in calcio d’angolo nell’aria tesa del palazzetto gremito, fino alle due di notte, dai cittadini ansiosi e preoccupati per il futuro del paese che ha rischiato il quarto commisariamento consecutivo. Dopo un lungo e acceso dibattito, l’emendamento economico bocciato nell’ultimo consiglio comunale, passa con undici voti favorevoli, sette contrari e tre astenuti. Nell’atmosfera bollente arriva il colpo di scena quando Gabriele Altobelli, consigliere del Pd, alza la mano compatto con l’opposizione per l’ennesima bocciatura dell’atto, mentre Carmelo Travaglia, Yuri Marini e Vittoria Marini votano avvalendosi dell’astensione. Gli stessi quattro esponenti, targati Pd, uniti all’opposizione avevano già boicottato la verifica meno di due settimane fa, e adesso rischiano, anche per questo, di essere esiliati dal partito democratico. Nessuna redenzione dunque all’interno del Pd, che soffia sui carboni ardenti della crisi interna sia alla maggioranza che al partito stesso. Quello dell’altra sera non è stato un voto di bilancio, perché il panorama economico non presenta squilibri e l’emendamento ha avuto il parere positivo anche del revisore dei conti. Il voto è stato definito da tutti gli esponenti di maggioranza e opposizione, un voto politico per decretare le sorti della giunta Ciogli. «Sono preoccupato e tutt’altro che sereno – afferma il sindaco Gino Ciogli – se non fosse stato per il voto favorevole di Ramazzotti e D’Ubaldo, il bilancio non sarebbe passato a causa del diniego di Altobelli e dei tre astenuti. I tre consiglieri del Pd hanno usato Gabriele Altobelli come kamikaze, Carmelo Travaglia, Yuri Marini e Vittoria Marini, sanno di rischiare l’espulsione dal partito democratico e non si sono voluti esporre, mentre Altobelli è stata la loro testa di ariete». Lamberto Ramazzotti, presidente del consiglio di estrazione civica, è stato l’ago della bilancia; incitato più volte dai consiglieri dell’opposizione a votare contro la ricognizione finanziaria, e accusato di ‘‘inciucio’’ dalla minoranza e dai consiglieri dissidenti di finta maggioranza, ha invece dato il suo appoggio al sindaco. «Abbiamo sempre votato in modo onesto, a volte favorevoli a volte contrari all’operato del governo – afferma Ramazzotti- non saremo mai lo sfondo di qualcuno che ci usa per mandare a casa il sindaco, gli equilibri economici sono positivi, è un dato di fatto, non siamo solo politici ma anche amministratori, votiamo questo atto nel rispetto del bilancio e della volontà popolare». Promossa, dunque, la ricognizione finanziaria, ma la crisi rimane la vera protagonista della maggioranza, il sindaco può godere dell’appoggio di solo nove componenti, esattamente quanti sono i membri dell’opposizione, la sua sola ancora di salvezza per poter governare è Lamberto Ramazzotti. «Non ho nessuna intenzione di collaborare con i quattro consiglieri del Pd che da mesi, durante riunioni a porte chiuse, chiedono l’azzeramento della giunta – ha affermato il primo cittadino durante il consiglio – il voto non è stato tecnico ma squisitamente politico, è inutile nascondersi dietro l’equilibrio di bilancio, quando si vuole altro». Carmelo Travaglia, capogruppo del Pd, sotto procedimento disciplinare, ribatte: «Non ho votato favorevolmente alla delibera nonostante la validità dell’atto in esame, perché tutti i tentativi di collaborazione all’interno della maggioranza sono falliti miseramente, noi non vogliamo le poltrone, vogliamo solo poter partecipare alla gestione». Yuri Marini, consigliere Pd ribadisce il suo diniego e aggiunge: «Siamo partiti con un appoggio esterno al governo e abbiamo votato il bilancio, sperando in trattative che non sono mai arrivate, il sindaco non ha mai voluto fare un passo avanti». Gabriele Altobelli, unico esponente Pd a votare contro la delibera afferma: «Non sono stato invitato all’incontro con il sindaco, non solo non ero gradito, ma hanno aperto anche un provvedimento disciplinare nei miei confronti a mia insaputa». L’opposizione, di fronte al dietro front dei tre consiglieri, Travaglia, Marini e Marini afferma: «Su questo voto troviamo l’ombra dell’epurazione – recita il consigliere Nicolò Accardo- la nostra posizione non può essere che di condanna». I toni diventano incandescenti sul tema della 167, delibera riguardante l’edilizia popolare presentata da una maggioranza trasversale Pd e Pdl, all’insaputa dell’esecutivo: «L’atto non ha termini di validità e di conseguenza non può esplicare i suoi effetti, non siamo contrari alla 167, vogliamo solo sia votata nella legalità – risponde Ramazzotti vogliamo vada in porto la 167 perché il voto del consiglio è sovrano». L’amministrazione Ciogli naviga in brutte acque, unica ancora di salvezza l’appoggio del presidente del consiglio: «Apriremo una trattativa con Ramazzotti- continua il primo cittadino- ammesso che lui sia disponibile e che ci siano le condizioni politiche per collaborare». Unica nota positiva della nottata, per il sindaco, per gli assessori e per i cittadini più fortunati all’uscita del consiglio comunale, la vista di un bellissimo cervo che nel buio passeggiava innocuamente per le vie della città. «Appeno l’ho avvistato per la strada ho avvisato le forze dell’ordine – conclude il sindaco Ciogli – il cervo è il simbolo di Cerveteri speriamo sia di buon auspicio per la città».

ULTIME NEWS