Pubblicato il

La nuova risonanza magnetica  sarà inaugurata lunedì

TARQUINIA – Cresce l’offerta diagnostica dell’Unità operativa di Radiologia dell’ospedale di Tarquinia, diretta da Rinaldo Capoccia. Lunedì 2 maggio, alle ore 12, presso la struttura sanitaria del litorale, sarà inaugurata, infatti, la nuova risonanza magnetica per impiego osteoarticolare alla presenza del direttore generale della Ausl di Viterbo, Adolfo Pipino, del direttore sanitario, Marina Cerimele, del direttore sanitario del presidio ospedaliero, Franco Bifulco e del sindaco Mauro Mazzola. La risonanza magnetica è uno strumento di ultima generazione donato dall’Amministrazione comunale di Tarquinia che si è fatta carico di un investimento considerevole, circa 350mila euro, al fine di potenziare e migliorare la qualità del servizio erogato presso l’ospedale cittadino. “Siamo soddisfatti – commenta il sindaco Mazzola – per aver raggiunto un obiettivo che ci eravamo prefissati al fine di permettere al nostro presidio ospedaliero di raggiungere un più alto livello di specializzazione e di eccellenza. L’ospedale di Tarquinia si conferma quale punto di riferimento per tutta la popolazione del comprensorio, compresa quella che vive fuori dalla provincia di Viterbo. Da questo punto di vista, ritengo strategica la nostra politica di potenziamento della struttura attraverso progetti di finanziamento di strumentazioni che, su indicazione del direttore generale della Ausl, della direzione sanitaria locale e di tutti i primari, contribuiscono a rispondere adeguatamente ai bisogni di sanità che provengono dalla nostra cittadinanza”. “La nuova risonanza magnetica – spiega il direttore di Radiologia, Raniero Capoccia – andrà a colmare lo studio di alcuni segmenti osteoarticolari attualmente non valutabili con la strumentazione in dotazione. In particolare, saremo in grado di garantire ai nostri utenti anche lo studio della colonna vertebrale, della spalla, dell’anca e, in futuro, anche delle articolazioni tempro mandibolari. Il macchinario sarà già pienamente operativo a partire dal 3 di maggio, in quanto abbiamo provveduto ad addestrare il personale nel corso della settimana di Pasqua. A livello organizzativo, proprio per venire incontro alle richieste dell’utenza, abbiamo già provveduto a riservare due sedute settimanali allo studio della colonna vertebrale. La nostra struttura, quindi, si conferma all’altezza da un punto di vista dell’offerta diagnostica erogata e il merito, oltre ai professionisti che lavorano accanto a me ogni giorno, va alle Amministrazioni locali e alle realtà associative che negli anni hanno consentito di potenziare e modernizzare i macchinari in nostro possesso”. “Sono grato al Comune di Tarquinia – conclude il direttore generale della Ausl di Viterbo, Adolfo Pipino – per questa donazione che produrrà enormi benefici per tutta la popolazione del litorale e per la nostra azienda. Con la nuova risonanza magnetica, infatti, potremo dare un’ulteriore risposta al problema delle liste d’attesa e ridurre il fenomeno della mobilità passiva in quanto i cittadini non dovranno più ricorrere alle strutture fuori regione per avere degli accertamenti che, ora, siamo in grado di erogare anche grazie alla professionalità degli operatori presenti nell’ospedale di Tarquinia”.

ULTIME NEWS