Pubblicato il

La "De Carolis" passa al Comune

Civitavecchia risulta capofila nell’attuazione del federalismo demaniale. Firmato al Ministero della Difesa un protocollo d’intesa con l’Amministrazione. Tre i progetti che il sindaco Moscherini proporrà come destinazione d’uso della caserma

Civitavecchia risulta capofila nell’attuazione del federalismo demaniale. Firmato al Ministero della Difesa un protocollo d’intesa con l’Amministrazione. Tre i progetti che il sindaco Moscherini proporrà come destinazione d’uso della caserma

di LUCA GUERINI
CIVITAVECCHIA – «Civitavecchia rinasce» lo ripete a gran voce il sindaco Gianni Moscherini, in occasione della conferenza stampa di quello che lui definisce un giorno storico per la nostra città ed il nostro territorio.
Il nostro comune, infatti, è risultato il quinto in Italia e primo nel centro-sud ad applicare il federalismo demaniale attraverso un piano concordato con il Ministero della Difesa e firmato nella giornata di oggi
Il primo passo di questo accordo vedrà come protagonista la caserma De Carolis ad Aurelia che sarà oggetto di una valorizzazione e razionalizzazione.
Saranno tre i progetti che verranno presentati dal Sindaco e che dovranno essere condivisi dal Ministero, riguardo la successiva destinazione d’uso dell’area. Il primo riguarda la Cittadella Universitaria qualora il consorsio sia in grado di riprendere la propria attività, facendo di Civitavecchia una città a misura di studenti. L’alternativa potrebbe essere una Cittadella Sanitaria perchè, secondo il primo cittadino, il nostro territorio avrebbe bisogno di un nuovo ospedale che possa magari specializzarsi nella cura di alcune patologie presenti in esso. Questa struttura sarebbe poi affiancata da una parte universitaria e di ricerca che valorizzerebbe il nostro territorio. La terza possibilità sarebbe quella di un social housing con il quale risolvere il problema dell’emergenza abitativa e magari trasferire i residenti di aree da abbattere e ricostruire ex-novo per un miglioramento delle proprie condizioni di vita.
«Abbiamo lavorato in silenzio in questi giorni – afferma il sindaco Gianni Moscherini – per evitare che qualcuno mettesse i propri artigli su questo accordo storico perchè si sa che certi individui sono abili nel criticare e mettere i bastoni tra le ruote a chi vuole una crescita della nostra città. Adesso sono sicuro che dopo quest’annuncio verranno polemiche, ma saranno di coloro che non vogliono un miglioramento. Civitavecchia rinasce passo dopo passo e questo atto dimostra che la nostra è un’Amministrazione del fare, pertanto spero che sulla destinazione di uso della caserma De Carolis ci sia un confronto tra maggioranza ed opposizione e non si continui a ragionare per schieramenti, bensì per il bene della città».
L’accordo, che è stato firmato per il Ministero, dal sottosegretario di Stato alla Difesa On.Guido Crosetto, prevede l’istituzione immediata di un’equipe di lavoro congiunta per studiare assieme la migliore destinazione d’uso per l’area.
«Devo ringraziare – conclude il primo cittadino – l’assessore Andrea Pierfederici e il dirigente Bartolomeo Bove che hanno lavorato per concludere al meglio questo accordo che, ripeto, è storico e produrrà grandi benefici per il territorio».

ULTIME NEWS