Pubblicato il

Ladispoli, via al ‘‘mini rimpasto’’

Il primo cittadino ha varato una serie di modifiche all’assetto di giunta e cambiamenti nell’ambito delle deleghe ai consiglieri Crescenzo Paliotta ha nominato Emanuele Cagiola (Pd) ai Lavori Pubblici e Igiene Urbana. Sostituisce Silvio Pompei, scomparso pochi mesi fa A Giovanni Crimaldi il Bilancio, al vicesindaco Marco Pierini assegnate le Attività produttive. I Servizi sociali restano al sindaco e l’Istruzione va a Francesca Di Girolamo

Il primo cittadino ha varato una serie di modifiche all’assetto di giunta e cambiamenti nell’ambito delle deleghe ai consiglieri Crescenzo Paliotta ha nominato Emanuele Cagiola (Pd) ai Lavori Pubblici e Igiene Urbana. Sostituisce Silvio Pompei, scomparso pochi mesi fa A Giovanni Crimaldi il Bilancio, al vicesindaco Marco Pierini assegnate le Attività produttive. I Servizi sociali restano al sindaco e l’Istruzione va a Francesca Di Girolamo

PALIOTTALADISPOLI – Mini rimpasto all’interno della giunta comunale di Ladispoli. Il sindaco Crescenzo Paliotta ha nominato Emanuele Cagiola al comando dell’assessorato ai Lavori pubblici e Igiene urbana, in sostituzione di Silvio Pompei, scomparso pochi mesi fa. Emanuele Cagiola, 33 anni, sposato e con due figlie, è un esponente di spicco del Partito democratico ed è stato impegnato diversi anni nella formazione militare presso l’Accademia Sottufficiali di Viterbo. Attualmente Cagiola è lavoratore autonomo nel settore tecnico. Oltre alla nomina di Emanuele Cagiola, il sindaco Paliotta ha deciso una serie di modifiche all’assetto di giunta e ad alcuni cambiamenti nell’ambito delle deleghe ai consiglieri comunali. Più in particolare Giovanni Crimaldi avrà l’assessorato a Bilancio e tributi, mentre l’assessorato alle Attività produttive e commercio passerà al vicesindaco Marco Pierini. Per quanto riguarda i Servizi sociali sono stati tenuti ad interim dal sindaco Crescenzo Paliotta. Novità nel campo della Pubblica istruzione, del decentramento e partecipazione che sono state assegnate alla consigliera comunale Francesca di Girolamo. Bitti rimane assessore al Diritto allo studio, rapporti con l’università e politiche del lavoro. Inoltre al consigliere Giuseppe Loddo è stata assegnata la delega alle Manutenzioni scolastiche, al consigliere Roberto Battilocchi i Project, i progetti per il porto turistico e associazionismo d’Arma e al consigliere Sergio Cervo lo studio di fattibilità di una spa per la gestione dei rifiuti urbani e la formazione professionale. Rimane invariato il resto dell’esecutivo con Ascani al Personale, sport, informatizzazione e rapporti con la Pro Loco; Daniela Ciarlantini alla Cultura, turismo e spettacolo e Raffaele Autullo all’Urbanistica.
«A due anni dall’inizio dell’attività della Giunta – ha detto il sindaco Paliotta – ho ritenuto fosse opportuno andare ad alcuni avvicendamenti: il tutto per avere la massima efficienza dell’esecutivo e per dare la possibilità ai consiglieri comunali di collaborare alla nostra attività amministrativa. La maggioranza che ci sostiene ha dimostrato grande compattezza, sostenendo l’azione della giunta e facendo un lavoro davvero encomiabile in consiglio comunale, dove si è portata vanti il lavoro amministrativo in collaborazione costruttiva anche con la minoranza». «Di tutto questo – ha continuato il primo cittadino – ringrazio il consiglio comunale ed in particolare i gruppi consiliari che fanno parte della maggioranza, oltre alle forze politiche che, pur non avendo rappresentanti in consiglio comunale hanno lavorato ottimamente nell’interesse della nostra collettività: mi riferisco al Partito socialista, ai Verdi per la pace al Pdci e agli esponenti di liste civiche. Questa, ritengo, sia la via giusta e più produttiva per la città: lavorare tutti insieme con la spirito costruttivo, senza le divisioni e le contrapposizioni forzate che porterebbero al rallentamento dell’attività amministrativa. Su questa strada vogliamo continuare e ritengo che le nuove nomine ci aiuteranno ad avere un cammino ancora più spedito e produttivo per la nostra città. Ladispoli continua a crescere con grande velocità – ha concluso Paliotta – ponendo sempre nuovi problemi: dobbiamo essere all’altezza del compito che ogni giorno ci attende. Ladispoli, dei 40.000 residenti è ormai una realtà».

ULTIME NEWS