Pubblicato il

L'Agraria di Tarquinia protagonista tra gli eventi legati al cavallo maremmano

TARQUINIA – Il Campionato di Monta Tradizionale Maremmana, farà tappa ancora una volta alla Festa della Merca, l’evento simbolo dell’Università Agraria di Tarquinia, un importante riconoscimento che prosegue un sodalizio giunto ormai al terzo anno consecutivo. L’ufficializzazione è avvenuta sabato, presso il Comune di Tuscania, davanti ad una sala gremita di cavalieri e curiosi provenienti dal Lazio e dalla Toscana. Il Campionato è cresciuto notevolmente negli ultimi anni, le sue tappe si tengono nelle principali manifestazioni legate al mondo dei cavalli, tra le quali  oltre la Festa della Merca, anche Fiera Cavalli di Verona sede della finalissima, Nitriti di Primavera, Game Fair, Mostra Nazionale del Cavallo Maremmano, San Sepolcro e Grosseto. Ad aprire la serata, Narciso Baroni che ha sottolineato numeri e date, rilanciando il ruolo dell’Associazione Tutela della Monta Tradizionale organizzatrice del campionato. Importante riconoscimento anche dal presidente dell’Anam (Associazione Nazionale Allevatori Maremmani), Ugo Marcocci che ha peraltro sottolineato la vicinanza e lo sforzo dell’Università Agraria di Tarquinia nei confronti del cavallo maremmano. Parole immediatamente riprese dall’assessore regionale agli Enti Locali, Giuseppe Parroncini per il quale “la Regione Lazio ha investito sul mondo dei cavalli e sulla razza maremmana in particolare”. “L’associazione per la tutela della monta tradizionale maremmana – ha detto Parroncini – ha trovato con questo campionato la strada giusta per far decollare il settore equestre e ridare un ruolo significativo al cavallo. Con l’allevamento e l’addestramento del cavallo si recupera una storia millenaria, la tradizione in cui questo animale aiutava a vivere e a lavorare e si trasmette alle nuove generazioni, ma non solo, si riscopre anche il valore legato all’intrattenimento e al turismo equestre che può essere un traino importante per l’economia”. Per il presidente dell’Università Agraria Alessandro Antonelli “simili eventi rappresentano qualità e serietà, una scelta strategica comune all’Università Agraria di Tarquinia, in una sinergia territoriale capace di dare risultati concreti”. Per Alberto Blasi, assessore dell’Ente: “La Festa della Merca è oggi una realtà importante, da manifestazione locale oggi guarda a panorami più ampli ponendosi nel calendario regionale. La collaborazione con il Campionato di Monta Tradizionale, lo stretto legame con l’ANAM sono segni tangibili del rilancio e della valorizzazione operata in questi anni sul Cavallo Maremmano di cui l’Università Agraria è stata protagonista”.

ULTIME NEWS