Pubblicato il

«Bene il sondaggio, ma non ci schieriamo»

Il Comitato Pendolari di Civitavecchia commenta l’iniziativa di Freedom e sottolinea la propria posizione neutrale. Nunzi (Confcommercio): «La situazione è nota da tempo: soltanto salendo sui treni ci si rende conto di quanto la politica sia lontana dai bisogni della gente». Pedrini (Fiamma Tricolore) attacca Attig e De Sio: «Si interessano del problema ora che non hanno una poltrona»

Il Comitato Pendolari di Civitavecchia commenta l’iniziativa di Freedom e sottolinea la propria posizione neutrale. Nunzi (Confcommercio): «La situazione è nota da tempo: soltanto salendo sui treni ci si rende conto di quanto la politica sia lontana dai bisogni della gente». Pedrini (Fiamma Tricolore) attacca Attig e De Sio: «Si interessano del problema ora che non hanno una poltrona»

STAZIONECIVITAVECCHIA – «Siamo contenti ogni volta che vengono accesi i riflettori sui problemi dei pendolari. Poi magari l’attenzione politica o mediatica non produrrà risultati, ma comunque qualcosa si è smosso». Accolgono positivamente i responsabili del comitato Pendolari di Civitavecchia l’iniziativa del movimento politico Freedom, che da qualche giorno sta distribuendo un questionario per raccogliere i giudizi dei pendolari sul servizio offerto da Trenitalia sul territorio. A loro, che quotidianamente affrontano il viaggio in treno sulla tratta Fr5 Civitavecchia-Roma viene chiesto di fare un punto su puntualità, affollamento, sicurezza, servizi, pulizia, informazioni. «Naturalmente il nostro giudizio positivo – hanno aggiunto – non implica l’assunzione di una posizione politica da parte del Comitato che, per statuto, è neutro». La disponibilità è comunque piena, tanto che anche sul sito internet del Comitato, www.pendolaricv.org, è possibile scaricare, per poi compilare, il questionario proposto da Freedom. «Nel frattempo – spiegano ancora i pendolari – rimaniamo sempre in prima linea e la piccola vittoria sull’apertura pomeridiana delle biglietterie di Civitavecchia e Roma Ostiense, anche se per qualche giorno, ne è la dimostrazione, per non parlare della proroga dell’abbonamento agevolato IC/ES City». Dubbi sulla somministrazione del questionario sono stati espressi dal responsabile nazionale della Confcommercio Tullio Nunzi e dal segretario federale di Fiamma Tricolore Gabriele Pedrini. Il responsabile dell’associazione di categoria si è chiesto, infatti, quanto ci sia bisogno di un questionario per conoscere i disservizi della linea Civitavecchia/Roma. «Treni antiquati, pulizia inesistente, carrozze sovraffollate, toilette permanentemente chiuse, una stazione su cui si è detto tutto e la strada per raggiungerla dissestata e fatiscente sono questioni ormai note da tempo – ha spiegato – invito i politici a salire sul treno 2344 delle 16,09 diretto a Pisa a Roma Trastevere: capiranno quanto la politica sia lontana dai bisogni della gente. Ovviamente consiglio loro di travestirsi».
Il segretario di Fiamma Tricolore Gabriele Pedrini, che già molte volte è intervenuto negli ultimi anni a sostegno dei pendolari inviando anche una lettera aperta al ministro Matteoli, attacca invece gli esponenti di Freedom Fabiana Attig ed Alessio De Sio. «Si rendono conto di questa annosa questione – ha spiegato – solo oggi che non hanno più una poltrona dove riposarsi e della quale si sono, peraltro, disinteressati quando una poltrona, invece, l’avevano».

ULTIME NEWS