Pubblicato il

«Civitavecchia capofila della rinascita culturale del territorio»

Sopralluogo del sottosegretario Giro nell’appartamento di Tarcisio De Paolis a piazza Leandra. Annunciato l’avvio di una ricerca accurata, storica e scientifica, sui dipinti raffaelleschi

Sopralluogo del sottosegretario Giro nell’appartamento di Tarcisio De Paolis a piazza Leandra. Annunciato l’avvio di una ricerca accurata, storica e scientifica, sui dipinti raffaelleschi

CIVITAVECCHIA – «Sarà avviata al più presto una ricerca accurata dal punto di vista storico e scientifico, in collaborazione con la Sovraintendenza ai Beni Culturali, per attribuire la paternità effettiva dell’opera al grande maestro Raffaello». Lo ha promesso il Sottosegretario del Ministero dei Beni e Attività Culturali On. Francesco Giro che questa mattina, accompagnato dal sindaco Moscherini, dal direttore regionale per i Beni Culturali del Lazio Mario Lolighetti e dal giornalista Alvaro Ranzoni, ha effettuato un sopralluogo nell’appartamento di Tarcisio De Paolis a piazza Leandra, dove è stato ritrovato un affresco probabilmente appartenente ad Ugo Da Carpi, della scuola di Raffaello. «La scoperta – ha aggiunto entusiasta l’On.Giro – è ancora più importante in quanto si trova a Civitavecchia, che possiede opere di grande valore artistico e culturale. Per questo lavoreremo in simbiosi con il sindaco Moscherini e con tutta l’amministrazione comunale per fare in modo che si crei un sistema integrato di valorizzazione culturale in tutto il comprensorio. Civitavecchia, nell’intraprendere questo cammino, deve essere la capofila di un processo artistico che sappia guardare all’arte e alla sua esaltazione. Il simbolo di questa rinascita culturale dovrà essere il Forte Michelangelo, autentica porta d’ingresso per la capitale Roma». Parole che fanno ben sperare almeno nell’avvio di uno studio sull’opera, atteso da anni, almeno da quel 1972 quando venne effettuato il ritrovamento. «Questa visita – ha infatti aggiunto Moscherini – ha confermato che si tratta di un dipinto di alto valore che, tuttavia, richiede tutti i passaggi istituzionali per accertarne effettivamente la titolarità. Sapere che il Governo e l’on. Giro sono molto sensibili verso questa opera e verso la sua valorizzazione, non può fare altro che invogliarci ancora di più a lavorare perché l’affresco diventi un’immagine concreta della storia culturale ed artistica di questa città».

ULTIME NEWS