Pubblicato il

«Con questa maggioranza si rischia l’immobilismo»

S. Marinella. Il Prc denuncia l’eccessiva moltiplicazione dei gruppi consiliari Ma il sindaco Bacheca assicura: «Nessun rimpasto. L’esistenza di correnti non ha intaccato l’attività amministrativa»

S. Marinella. Il Prc denuncia l’eccessiva moltiplicazione dei gruppi consiliari Ma il sindaco Bacheca assicura: «Nessun rimpasto. L’esistenza di correnti non ha intaccato l’attività amministrativa»

di ALESSANDRO D’ALESSIO

SANTA MARINELLA – Equilibri in maggioranza: si torna a parlare di un possibile rimpasto. E’ un attacco duro, quello che proviene da Rifondazione Comunista a seguito della riunione di maggioranza svoltasi a Tuscania due settimane fa. Secondo gli esponenti di Rifondazione, il confronto di maggioranza non avrebbe portato a nessun risultato, se non un’accentuazione delle divisioni iniziali. «Negli ultimi tempi – affermano dal circolo del Prc ‘‘Benedetti Michelangeli’’ – abbiamo assistito a qualcosa di già visto in passato e anche nella scorsa amministrazione: la moltiplicazione dei gruppi consiliari. La divisione in tre gruppi dell’attuale maggioranza è sintomatica dei diversi interessi privati e rispettive clientele che ognuno dei gruppi rappresenta». «La compagine di Bacheca – proseguono dal Prc – si è ritirata in quel di Tuscania per risolvere le sue beghe interne ed è tornata dal ritiro annunciando che ogni problema interno è stato risolto, nel senso che la divisione interna ha trovato la sua ufficializzazione. Il risultato, oggi come ieri, è che così si rischia l’immobilismo». «Una maggioranza prigioniera – concludono i comunisti della Perla – degli stessi interessi privati che l’hanno formata e che condanna all’immobilismo la cittadinanza». È innegabile che all’interno del partito che governa la Perla vi sia stata la formazione di tre correnti, anche se è inesatto affermare che vi sia stata una ‘‘moltiplicazione’’ dei gruppi consiliari, in quanto la maggioranza fa ancora capo solo al Popolo della Libertà. Il Sindaco Bacheca tuttavia assicura che alla riunione a Tuscania non c’è stata «alcuna discussione in merito ad un rimpasto di Giunta» e che nessuno dei componenti della maggioranza abbia avanzato richieste in merito a possibili cambi di assessorato o nuovi incarichi. E di rimpasto, almeno fino alle regionali, non se ne parlerà proprio. «La riunione di maggioranza – assicura Bacheca – è stata propedeutica a discutere solo ed esclusivamente in merito agli obiettivi che quest’amministrazione si è prefissata. Fino ad oggi le varie correnti del Pdl hanno sempre trovato una convergenza sui vari nodi che ci siamo trovati ad affrontare». «Comunque – conclude il sindaco – l’esistenza di correnti non ha mai intaccato l’attività amministrativa».

ULTIME NEWS