Pubblicato il

«Era importante vincere, alle parole preferisco i fatti»

Roberto Fronti dedica la vittoria al presidente Pistola e ai contradaioli

Roberto Fronti dedica la vittoria al presidente Pistola e ai contradaioli

E fu così che il ‘‘Tigna’’ si prese la sua rivincita. Il popolare fantino della Nona, Roberto Fronti, dopo 2 anni di squalifica si è rimesso in gioco e lo ha fatto vincendo. Ventinove anni, autista della metro di Roma, dal ‘98 è l’autore delle vittorie dei rossoverdi. Schivo e poco propenso alle chiacchiere, Fronti si è espresso così: «Alle parole preferisco i fatti. Le polemiche non mi interessano. Era importante vincere e l’ho fatto. Questo è stato il mio ultimo anno da fantino e volevo lasciare da vittorioso. Dedico questa vittoria al presidente Pistola e a tutti i contradaioli che hanno continuato ad aver fiducia in me». Fronti poi non ha spiegato quale sarà il suo futuro: «Non so ancora se resterò alla Nona come allenatore: per ora mi godo la vittoria e poi si vedrà». (Rom. Mos.) 

ULTIME NEWS