Pubblicato il

«Fatture sospette, subito un consiglio comunale»

MONTALTO DI CASTRO. Lo chiede il consigliere comunale del Pdl Fabiola Talenti Continua a tenere banco il caso che coinvolge il Comune di Montalto e oggetto di una indagine della Finanza

MONTALTO DI CASTRO. Lo chiede il consigliere comunale del Pdl Fabiola Talenti Continua a tenere banco il caso che coinvolge il Comune di Montalto e oggetto di una indagine della Finanza

MONTALTO DI CASTRO – Continua a far parlare il caso delle fatture sospette al Comune di Montalto di castro. In base ai controlli in atto da parte della Guardia di Finanza, sarebbero stati emessi pagamenti per lavori mai effettuati. il consigliere d’opposizione Fabiola Talenti (Pdl) trona a chiedere una urgente convocazione del consiglio comunale. «Basta con le chiacchiere e i ritardi – dice la Talenti – Si convochi senza indugio il consiglio comunale, per fare piena luce sul gravissimo scandalo che coinvolge il Comune di Montalto di Castro». Lunedì scorso, dopo un’irrituale convocazione telefonica, la talenti racconta di essersi recata all’incontro con il sindaco. «Mi sono rifiutata di discutere di un argomento così grave – dice l’esponente del Pdl – in una riunione informale e ho chiesto a Carai la convocazione urgente dell’assise comunale, unica sede ufficiale dove accertare la realtà dei fatti. È trascorsa una settimana e ancora il consiglio comunale non è stato convocato. Ritengo questo fatto lesivo dei diritti dei consiglieri e una mancanza del sacro rispetto che si dovrebbe avere nei confronti di tutta la cittadinanza. La vicenda, che coinvolge l’amministrazione comunale, ha risvolti gravissimi. Si parla di prestazioni fantasma, pagamenti a società senza la preventiva presentazione delle fatture, mandati di pagamento senza le relative determine dirigenziali. Si vocifera di un ammanco nelle casse comunali di alcuni milioni di euro. Carai, come ha dichiarato, non farà il contabile ma, certamente, lui e la sua maggioranza hanno una pesante responsabilità politica». «È importante conoscere, durante il consiglio, se la denuncia di Carai è stata presentata prima o dopo che la Guardia di Finanza ha accertato i gravissimi reati ipotizzati. Se, come credo, l’esposto del Sindaco fosse successivo, è chiaro che Carai sta tentando di sviare l’attenzione sulle sue responsabilità politiche, che rimangono innegabili». «Carai – conlude la Talenti – non cerchi scuse con queste dichiarazioni tardive e riconosca che l’azione della magistratura si è concretizzata per le continue segnalazioni che incessantemente, con gli altri consiglieri di opposizione, abbiamo presentato in questi anni».

ULTIME NEWS