Pubblicato il

«Ho disposto il licenziamento di Renda»

Il sindaco Moscherini ha comunicato la novità riguardante Etm nell’ambito del processo di riorganizzazione dei servizi Il primo cittadino ha rappresentato una situazione prefallimentare della municipalizzata che sarebbe stata determinata da scelte infruttuose L’azienda, insieme ad Etruria Servizi, al settore idrico e alle farmacie confluirà nella holding entro due mesi

Il sindaco Moscherini ha comunicato la novità riguardante Etm nell’ambito del processo di riorganizzazione dei servizi Il primo cittadino ha rappresentato una situazione prefallimentare della municipalizzata che sarebbe stata determinata da scelte infruttuose L’azienda, insieme ad Etruria Servizi, al settore idrico e alle farmacie confluirà nella holding entro due mesi

CIVITAVECCHIA – Risanare e fare, le due parole chiavi dell’intervento del sindaco Gianni Moscherini che ha fatto il punto sulle municipalizzate in vista dell’ingresso nella holding. La novità di rilievo interessa Etm: «Delle autonomie ingiustificate hanno prodotto dei disastri economici – ha dichiarato il primo cittadino – emerse da un quadro di numeri che non lascia spazio ad interpretazioni. Di fronte alla situazione prefallimentare di Etm – ha proseguito – il Comune in qualità di socio unico ha chiesto all’amministratore Lombardi la chiusura di tutti i servizi in perdita e il licenziamento del dirigente Salvatore Renda che ha proceduto a scelte aziendali che si sono rivelate infruttuose». Moscherini, che intanto ha disposto una verifica sul comportamento professionale del direttore di esercizio Paolo Iarlori pur senza ordinare in questo caso alcun licenziamento, si è detto pentito di non aver preso prima la situazione in mano: «Se la soppressione dei punti di perdita fosse stata disposta all’atto del mio insediamento al Pincio – ha affermato – forse non avremmo avuto questa situazione fallimentare e Renda sarebbe rimasto al suo posto. Ho sbagliato». Ha sottolineato l’assenza di pregiudizi, spiegando che le scelte non sarebbero stata determinata dall’indagine della Guardia di finanza: «Il debito di 1,2 milioni di euro probabilmente sarà ripianato in un’unica soluzione mentre abbiamo già convocato i sindacati per ragionare sulla riorganizzazione dell’azienda, puntando ovviamente sulla salvaguardia dell’occupazione». Gianni Moscherini, alla luce dell’ingresso nella holding, ha preannunciato il potenziamento del trasporto pubblico locale: «E’ ovvio – ha confermato – che potenziare un servizio per sua natura in perdita debba a questo punto portare necessariamente dei vantaggi alla cittadinanza. Per questo il disavanzo sarà coperto dagli utili prodotti dalle altre sot». RENDAGiro di vite anche per ciò che riguarda Etruria Servizi: «La società ha un bilancio in pareggio dopo l’intervento del commissario prefettizio Iurato – ha riferito il Sindaco – è ovvio che non potrà gestire gli impianti termici, la manutenzione dei semafori e della segnaletica e l’assistenza scolastica». Il servizio di raccolta dei rifiuti sarà potenziato, disponendo le attività anche in orari notturni e festivi con gruppi di operatori che lavoreranno nelle quattro circoscrizioni. In fine una considerazione sui tempi di passaggio alla holding: «Entro due mesi – ha concluso Moscherini – avremmo una riorganizzazione completa dei servizi».

ULTIME NEWS