Pubblicato il

«I terreni dell’Agaria nel degrado»

Allumiere. A lanciare l’allarme è Rifondazione comunista del paese collinare Nel mirino, tra le altre cose, la mancata bonifica in località Giovita

Allumiere. A lanciare l’allarme è Rifondazione comunista del paese collinare Nel mirino, tra le altre cose, la mancata bonifica in località Giovita

di ROMINA MOSCONI

ALLUMIERE – «Percorrendo anche solo da visitatore le terre dell’Università Agraria di Allumiere ci si rende immediatamente conto che il territorio, gestito dalla ultima e rivisitata amministrazione di Aldo Frezza, è completamente abbandonato». Questo l’ultimo allarme lanciato dal gruppo di Rifondazione Comunista di Allumiere che evidenziano che: «Sono mesi che il cancello, in uso alle cavalcature, sulla strada per la località di Giovita all’altezza di Fontana Anversa, accanto al dissuasore per il bestiame, è completamente divelto – spiegano i rifondatori di allumiere – nella stessa località Giovita dopo la mostra nazionale razza maremmana nessuno ha bonificato l’area come si doveva. Ma non basta: sul Docup il pascolo abusivo ha distrutto gli impianti di contenimento che la Comunità Europea ci ha finanziato. Ed ancora: il terreno seminativo non è stato ancora lavorato, i cancelli dei comparti, quando ancora ci sono, non hanno più i lucchetti, ma c’è anche tanto altro». Il Prc collinare poi rimarca che ‘‘oltre al fatto che il territorio agrario è in stato d’abbandono’’ ci sono tanti altri problemi gestionali e quindi chiedono alla giunta Frezza di intervenire al più presto per risolverli e, a conclusione della loro protesta, i rifondisti hanno lanciato un’ultima frecciata al vetriolo: «Più o meno tutti sappiamo che pranzi e rinfreschi vengono offerti ad ospiti più o meno istituzionali, raggiungendo la cifra di 360 euro per un solo invito, nonostante l’Ente versi però in condizioni economiche disperate a tal punto da non poter partecipare all’importante fiera del biologico del ‘‘Sana’’ a Bologna dove tutte le aziende mostrano il loro lavoro con orgoglio. Ma d’altronde l’Azienda Agraria di Allumiere che avrebbe potuto mostrare? Resta quindi la delusione per questo mancato appuntamento utile per la valorizzazione del nostro territorio»

ULTIME NEWS