Pubblicato il

«Il bando per l’appalto dei rifiuti è regolare»

S. MARINELLA. Il sindaco Roberto Bacheca replica alle accuse di poca trasparenza avanzate dalla minoranza Il primo cittadino: «Non c’è stato nulla di irregolare nella scelta della Commissione»

S. MARINELLA. Il sindaco Roberto Bacheca replica alle accuse di poca trasparenza avanzate dalla minoranza Il primo cittadino: «Non c’è stato nulla di irregolare nella scelta della Commissione»

di ALESSIO ALESSI

SANTA MARINELLA – Se l’esposto della minoranza sulla bontà della gara d’appalto per i rifiuti urbani vinta da E.R.I.C.A. soc. coop. è pura “teoria del sospetto” o un’osservazione fondata lo dirà la Procura della Repubblica. Intanto il sindaco Roberto Bacheca, però, non fa passare troppo tempo e replica subito ai consiglieri di opposizione. La risposta della maggioranza parte dall’accusa di ostruzionismo. «È inaccettabile – ha affermato Bacheca – che ogni qual volta l’amministrazione comunale intraprenda un nuovo progetto, un nuovo provvedimento, faccia una scelta differente dal passato, venga sempre messa in discussione l’onestà e la bontà della decisione e la competenza dei tecnici comunali o di professionisti del settore, ipotizzando continuamente questa ‘‘teoria del sospetto’’ ormai divenuta una brutta abitudine». In seconda battuta è stata messa in dubbio la fondatezza delle accuse mosse dai consiglieri di minoranza. «La verità – ha continuato il Sindaco – è che l’opposizione non ha, come al solito, argomenti validi e realisti sul quale discutere e si appella a ‘‘stranezze’’ che soltanto loro vedono, denunciando presunte irregolarità». Il primo cittadino ha anche parlato del rapporto con l’Ama. In linea con l’opposizione, ha ribadito l’inefficenza della vecchia società, prendendosi i meriti di aver chiuso i rapporti con un’azienda che non è stata in grado di dare a Santa Marinella il giusto lustro. «Un’altra verità – ha proseguito Bacheca -, senza dubbio la più importante, è che la nostra amministrazione dopo dieci anni di Ama, ha voluto e saputo concludere il rapporto di lavoro con la società romana, che di certo non ha soddisfatto le esigenze di una città come Santa Marinella». Il Sindaco è poi tornato sull’esposto e sulla questione dell’idoneità della Commissione, affermando che nulla di irregolare c’è stato nella procedura per la gara d’appalto e che i tecnici coinvolti hanno le dovute competenze. «Tutto – ha sottolineato la massima carica – è stato fatto nella norma, nel rispetto dei tempi, delle modalità di legge e alla luce del sole. Siamo dunque sereni per i futuri sviluppi del caso che l’opposizione ha sollevato. Inoltre non permetto simili considerazioni sui nostri dirigenti, tecnici e dipendenti comunali che lavorano con serietà e professionalità al servizio della cittadinanza e dispongono delle necessarie competenze». Il primo cittadino ha poi accennato quelle che saranno le innovazioni della nuova gestione. «L’obiettivo – ha chiarito – è quello di dare alla nostra città un servizio di raccolta dei rifiuti finalmente soddisfacente ed efficiente, avviando la raccolta differenziata porta a porta e mantenendo pulizia e decoro urbano». Bacheca ha anche palesato grande sicurezza in merito all’esito del controllo della Procura della Repubblica, lasciando intendere che l’amministrazione governante non teme assolutamente risvolti negativi. «In fin dei conti – ha concluso il Sindaco – un occhio in più che controlla è sempre ben accetto, così tra le tante voci che si sovrappongono avremo anche la controprova della Procura della Repubblica sulla regolarità del bando in questione». A questo punto, ai cittadini di Santa Marinella, non resta che aspettare l’esito di queste indagini e ‘‘pregare’’ affinché questa nuova società sappia gestire la questione rifiuti in modo soddisfacente. Se invece la Procura della Repubblica dovesse riscontrare irregolarità nelle procedure di assegnazione dell’appalto, il discorso potrebbe cambiare.

ULTIME NEWS