Pubblicato il

«Il Pdz a la Bianca è un’operazione di alto profilo urbanistico»

Allumiere. Il sindaco Battilocchio difende il piano di zona varato all’ultimo consiglio comunale Il primo cittadino: «Nessuna speculazione, noi creiamo opportunità»

Allumiere. Il sindaco Battilocchio difende il piano di zona varato all’ultimo consiglio comunale Il primo cittadino: «Nessuna speculazione, noi creiamo opportunità»

ALLUMIERE – «Noi creiamo opportunità e non facciamo speculazioni». Ed ancora: «A La Bianca stiamo portando avanti un’operazione di alto profilo urbanistico». Il sindaco di Allumiere, Augusto Battilocchio risponde puntale, e al contempo ironico, alle polemiche del gruppo di minoranza ‘‘Allumiere nel cuore’’, in merito al nuovo Piano di zona per La Bianca, approvato nell’ultimo consiglio comunale. «Le accuse di Di Pietrantonio sono senza fondamento – prosegue Battilocchio – loro forniscono solo una versione approssimata e parziale dei fatti. In merito al Pdz della Bolzella – incalza Battilocchio – Di Pietrantonio e il suo gruppo fanno finta di non sapere che la Regione Lazio ha classificato quella zona come territorio ad elevato pericolo di frana, disponendone per questo la non edificabilità. Tanto per la cronaca, poi, è bene sottolineare che i 600mila euro li abbiamo dovuti spendere per mettere in sicurezza il fabbricato che già era stato costruito in quest’area a rischio idrogeologico». Il sindaco collinare ricorda all’opposizione anche che: «In merito al piano della Bolzella, per una delle due ditte assegnatarie è in corso un procedimento fallimentare e per l’altra da svariati anni c’è una causa in corso con il Comune a causa delle procedure sbagliate dell’allora amministrazione». «Gli unici veri scheletri – tuona ironico il sindaco – stanno dunque nel piano di zona della Bolzella. La nostra amministrazione ha lavorato con l’Ater per trovare l’area più adatta per edificare le case popolari. In questo terreno di privati non verranno realizzati ecomostri, ma solo 5 corpi a basso impatto ambientale: 12 appartamenti saranno le case popolari e gli altri invece sono realizzati in edilizia economica e popolare a prezzi calmierati. Con questa operazione, inoltre, riusciremo a risparmiare 120mila euro per la realizzazione del parcheggio». (Rom. Mos.)

ULTIME NEWS