Pubblicato il

«Il Piano di lottizzazione non è adottabile»

CIVITAVECCHIA – Vincenzo Monteduro torna a parlare del caso “via Pinelli” sul quale presentò un esposto in Procura, spiegando che «in risposta a quell’esposto, circa due mesi dopo, il Dirigente del Servizio Urbanistica e Territorio, assicura gli istanti che procederà ad un immediato controllo per verificare se la costruzione in corso, rispetta gli elaborati del progetto allegati al Permesso di Costruire rilasciato alla Coop. Alga 64. Gli esponenti ribadirono che il loro ricorso non verteva sulle difformità dell’opera in costruzione ma contro l’illegittima del Permesso di Costruire per le ragioni già rappresentate nell’esposto – dichiara – ma, come dice un antico saggio: “non c’è peggior sordo di chi non vuol sentire”, invece di procedere all’ annullamento della Concessione edilizia, iniziò tra dirigenti dell’Urbanistica e Lavori Pubblici un vergognoso scarica barili rimbalzandosi la palla della competenza per sfuggire alle proprie responsabilità». Racconta di come gli abitanti della zona si sarebbero rivolti ai Repubblicani europei, non avendo avuto molto ascolto dagli altri partiti. Riferisce poi di un “atto secondo”, che sta per iniziare, targato Mauro Nunzi, riprendendo la votazione in consiglio comunale. Per Monteduro il piano di lottizzazione d’ufficio non sarebbe adottabile: «È stato firmato da un tecnico non abilitato alla firma di atti di pianificazione urbanistica – spiega – per incompetenza istituzionale del Comune alla pianificazione di “lottizzazioni private, perché l’attuale Dirigente del Servizio 4, Federico Balsani, non ha né titolo né la richiesta esperienza per programmare atti di Pianificazione Urbana e perché sarà annullato dall’Ufficio regionale sulla “Vigilanza degli Atti”.

ULTIME NEWS