Pubblicato il

«Ispezionati i fossi, ora sarà l’Arpa a stabilire l’origine delle chiazze»

LADISPOLI – A seguito di numerose segnalazioni da parte di bagnanti e diportisti circa la presenza di chiazza di colore marrone lungo lo specchio acqueo antistante il litorale di Ladispoli, gli uomini dell’Ufficio marittimo, in collaborazione con la Polizia municipale, Protezione civile e società Dolphin hanno attivato le indagini per individuarne la provenienza. Coordinati dalla Capitaneria di porto di Civitavecchia il personale ha inizialmente ispezionato i fossi, individuando che le acque non provenivano da tali sbocchi. È stata poi la volta dei depuratori, dove tutt’ora sono in corso dei controlli insieme ai tecnici dell’Arpa Lazio. «Nel caso in cui non si tratti di sversamenti da parte di uno degli impianti – riferisce la Capitaneria – sarà l’Arpa a stabilire se l’episodio potrebbe attribuirsi ad eventi naturali, dunque mucillagine scaturita dall’improvviso innalzamento delle temperature delle acque negli ultimi giorni».

ULTIME NEWS