Pubblicato il

«La verità uscirà in Tribunale»

Anche Angelo Pierotti replica al primo cittadino «Sono io che l’ho denunciato per quello che disse nei mesi scorsi»

Anche Angelo Pierotti replica al primo cittadino «Sono io che l’ho denunciato per quello che disse nei mesi scorsi»

CIVITAVECCHIA – A Moscherini ha replicato anche Angelo Pierotti. «Forse – afferma – ha dimenticato quando a metà degli anni ’90 è stato tolto dall’auto dove ci mancava poco che dormisse anche ed è stato portato a Civitavecchia per fare il Segretario Generale dell’Autorità Portuale. Oggi, a quella persona che lo ha tolto dalla strada, lui che parla di carogne, squallore e riconoscenza, non solo non gli dimostra riconoscenza, ma la definisce “merda”, come fa d’altronde con tutti coloro i quali si oppongono alla sua delirante e assurda politica. Per quanto riguarda il Cubagate, ricordo benissimo come anni fa amici, ex nemici e la città tutta parlassero ampiamente di questa vicenda e dei suoi viaggi oltreoceano. La città può attendere serenamente e tranquillamente la verità, che uscirà dal Tribunale».
«Di fatto – prosegue Pierotti – non si capisce perché Moscherini abbia ripreso questo discorso pur sapendo che il sottoscritto lo ha denunciato, ma lui ancora no. Confermo la mia volontà di andare a chiarire in Tribunale, tanto che ho già presentato una lista di alcune decine di persone che nell’arco degli anni hanno fatto affermazioni circa la “vicenda cubana”, ben prima che uscisse quel documento. Ho quindi il sospetto che la vera carogna (così il sindaco aveva definito Pierotti in conferenza stampa, ndr), nel senso di carcassa, sia lui, che attraverso il suo continuo piagnucolare impersonando la vittima perseguitata pensa di recuperare negli ambienti che contano a livello romano. Ha forse saputo che è ormai fuori da tutti i giochi, come ne restò fuori ai tempi del centrosinistra?. Crede forse di comprarmi come ha fatto con quei personaggi che gli girano intorno per beceri interessi?».
Pierotti elenca poi le sue ‘‘battaglie’’ recenti: «La manifestazione con foto e film circa l’inquinamento a Torre Nord, e lui non ha detto una parola, l’intervento al consiglio comunale aperto sull’acqua dove è fuggito clamorosamente, l’attuale raccolta referendaria sull’acqua, l’impegno per risolvere l’emergenza rifiuti, la vergognosa vicenda “casette di legno” con denuncia, occupazione e ricorso alla Corte dei Conti, l’intervento per le case popolari dove ho denunciato che ha annullato la costruzione di 40 alloggi nel 2007 e 300 oggi, l’intervento politico al convegno della Caponnetto. Forse lo infastidisce la mia testardaggine dove in tutte le sedi e riunioni esprimo la richiesta che la prossima amministrazione apra una inchiesta sull’urbanistica? La denuncia sul verde pubblico che sta procedendo, la vicenda Pirgo di cui sono stati chiesti ulteriori documenti, così come per le gare sulla gestione del Parco della Resistenza e del Parco dell’Uliveto. Non penso che mi debba vergognare di queste o di altre cose. Di certo sarò sempre pronto a fornire risposte adeguate, in ogni sede».

ULTIME NEWS