Pubblicato il

«Legacoop coinvolta in processi subalterni con discutibili misure»

CIVITAVECCHIA – Gli argomenti esposti della Legacoop fanno irritare Pietro Tidei, tanto che il parlamentare del Pd respinge prontamente le critiche circa una emergenza occupazionale determinata dalla classe politica, individuando nel sindaco Moscherini il protagonista del peggiore nullismo che si sia mai conosciuto. Tidei alza il tiro: «Ci sono personaggi che meritavano da parte della Legacoop di essere indicati senza coprire queste pesanti responsabilità politiche, un silenzio che fa sospettare che i dirigenti della Legacoop siano coinvolti in processi che li vedono subalterni e probabilmente coinvolti con mezze e discutibili misure». Una replica pungente, di quelle che non si vedevano dai tempi dei Ds, poi il deputato tocca il tema della variante termale, quello che più gli sta a cuore: «I dirigenti sostengano il progetto terme e i vantaggi che ne derivano per la città, respingendo la sconsiderata cementificazione». Un nuovo messaggio, come dire: anche le terme vanno fatte a modo mio.

ULTIME NEWS